È tra i riconoscimenti più ambiti dell’editoria per ragazzi: parliamo del BolognaRagazzi Award che quest’anno spegne le sue 51 candeline. Tanti sono, infatti, gli anni passati da quel lontano 1966, che ha visto la prima edizione di quello che presto diverrà un vero e proprio trampolino di lancio per l’editoria per ragazzi, anche grazie alla Children’s Book Fair, che quest’anno si terrà tra il 3 e il 6 apri,e nei padiglioni di BolognaFiere. Quest’anno la sfida è stata tra 1354 libri, provenienti da ben 42 Paesi. Tra le categorie in gara anche quella dei libri d’arte: il segno tangibile dell’impegno della fiera a promuovere il dibattito e una riflessione sull’arte, la sua storia e il suo presente. L’arte è universale e l’editoria per ragazzi deve assumersi come impegno quella di tutelare, difendere e diffondere la conoscenza del patrimonio artistico dell’umanità. Una giuria internazionale – composta da Marwa Obaid Rashid Al Aqroubi (presidente UAEBBY, UAE), Julia Eccleshare (Children’s Books Editor, The Guardian, Gran Bretagna), Paula Jarrin (libraia specializzata, Spagna), Guido Scarabottolo (illustratore, Italia) e Tomáš Klepoch (illustratore, Slovacchia) – ha premiato il testo di Amy Novesky e le illustrazioni di Isabelle Arsenault, edito da Abrams (USA) dedicato alla grande artista francese naturalizzata americana Louise Bourgeois, intitolato “Cloth Lullaby – the woven life of Louis Bourgeois“.

(leonardo regano)

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here