Dopo aver raccontato, con lo spettacolo Renato Serra, un letterato in trincea, la figura dell’intellettuale cesenate e la città allo scoppio della prima guerra mondiale, Michele Di Giacomo continua la sua ricerca sulla storia di Cesena, sua città di origine, portando in scena le vicende del Teatro Bonci.

Magnifiche presenze, in scena questa sera, martedì 14 (ore 10 e ore 21), e mercoledì 15 febbraio (ore 9 e ore 11) nell’ambito della rassegna di Teatro ragazzi, è un viaggio teatrale attraverso le epoche che parte dal 1843, anno della posa della prima pietra del futuro Teatro Bonci.

Attori, ballerini, politici, letterati, impresari, musicisti, tutti i personaggi che hanno animato e vissuto il Teatro durante la sua storia come presenze del passato, rivivono oggi grazie agli attori (Michele Di Giacomo e Giulia Piccolo), ai musicisti del Conservatorio “Bruno Maderna” e alla partecipazione degli allievi della scuola di danza “Labortario Danza & Teatro”.

Come da dietro un sipario il pubblico potrà spiare scene, spettacoli, comizi, opere musicali, liti e amori in un suggestivo viaggio nel tempo che vede come luogo della rappresentazione tutto lo spazio teatrale: i palchetti, la cavea, il palco e la platea. Ascoltando le magnifiche presenze si rivivranno 170 anni di storia del Bonci e di conseguenza della città di Cesena, passando attraverso la dominazione Pontificia, i moti risorgimentali, la belle epoque, le due guerre mondiali, gli anni ‘50.

 

Dal 14 al 15 febbraio, Teatro Bonci, Piazza Mario Guidazzi, 9, Cesena, vari orari, info: www.teatrobonci.it

 

SILVIA MERGIOTTI

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here