Sul palco dell’Arena del Sole, da giovedì 9 a domenica 12 febbraio 2017, va in scena Il casellante, un racconto di Andrea Camilleri che, a fianco del regista Giuseppe Dipasquale, ha collaborato alla stesura del testo drammaturgico. Camilleri e Dipasquale proseguono la loro collaborazione dopo il successo delle trasposizioni di altri due racconti di Camilleri: Il birraio di Preston e La concessione del telefono.
Ne Il casellante, che ha debuttato al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 2016, si ride e ci si commuove. Gli attori e i musicisti danno fiato, voce e corpo alla lingua dei personaggi creati dalla fantasia di Andrea Camilleri.
Il caselllante è ambientato negli anni della Seconda Guerra Mondiale e ci racconta la storia di Nino Zarcuto. A causa di un incidente sul lavoro non viene chiamato a far la guerra e si ritrova a fare il casellante in una piccola stazione ferroviaria, accompagnato da sua moglie Minica: due giovani che si amano, amano se stessi e la vita e desiderano un figlio. Proprio quando il desiderio sta per trasformarsi in possibilità concreta, però, un destino beffardo, atroce e violento interviene a distruggere il loro sogno.
Il finale, magico e straordinario, è in piena sintonia con la scrittura di Camilleri e in particolare con quelle atmosfere metafisiche disseminate nel suo “ciclo mitologico”, al quale il racconto Il casellante appartiene.
Secondo a Maruzza Musumeci e prima de Il Sonaglio, Il casellante si pone in un rapporto di continuità con l’opera che lo ha preceduto, e diventa allegoria di una nuova metamorfosi, metafora di un modo di ragionare e di vedere la realtà siciliana.

«Una vicenda affogata nel mondo mitologico di Camilleri – così la descrive Dipasquale – che vive di personaggi reali, trasfigurati nella sua grande fantasia di narratore. Una vicenda emblematica che disegna i tratti di una Sicilia arcaica e moderna, comica e tragica, ad un tempo ferocemente logica e paradossale».

In occasione dello spettacolo, sabato 11 febbraio alle 11.30 nella Biblioteca Salaborsa Movi Ovadia, Valeria Contadino, Mario Incudine e la compagnia incontrano il pubblico. L’incontro è coordinato da Rodolfo Sacchettini.

 

Dal 9 al 12 febbraio, Teatro Arena del Sole, via Indipendenza, 44, Bologna, vari orari, info: www.arenadelsole.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here