Ultimi due giorni per il Sound Screen Festival, tra cinema e musica.

Si comincia oggi alle 15 con il Tout Court Festival di Bologna che presenterà una selezione dei suoi cortometraggi, mentre alle ore 17 il giornalista e scrittore Maurizio Principato terrà una lezione dal titolo “Cool For Three – il respiro jazz da Chet baker, Miles Davis e Enrico Rava”. Alle ore 18, Christopher Angiolini di Bronson Produzioni realizzerà Soundtracks, dj-set sulle più famose colone sonore del Cinema. Le Sessions sono in collaborazione con Progetto Cittadella Universitaria Fondazione Flaminia (ingresso libero).

Si entra nel vivo alle 20 con l’ultima proiezione in anteprima del Concorso Lungometraggi: Girl Asleep. Dall’Australia il debutto cinematografico della regista teatrale Rosemary Myers, un surreale racconto di formazione sulle difficoltà dell’adolescenza, con una Alice in un paese non più delle meraviglie.

Subito a seguire la Cerimonia di Premiazione: le giurie Concorso Lungometraggi SoudScreen 2017 (composta da John Vignola, giornalista e conduttore radiofonico; da Giordano Sangiorgi, mitico fondatore del MEI nonché Presidente AudioCoop ed ideatore del Premio Italiano Musica Indipendente e del Premio Italiano Videoclip Indipendente; da Samata Telleri, docente ed organizzatrice di Festival, programmatrice al Trieste Science+Fiction Festival) e Concorso Cortometraggi SoundScreen 2017 (composta dal Direttore Artistico del Ravenna Nightmare FF e scrittore Franco Calandrini, dal giornalista Roberto Artioli e dal regista Gerardo Lamattina) consegneranno i premi al Miglior Lungometraggio e al Miglior Cortometraggio Internazionale.

Il festival chiude alle ore 22 con la sonorizzazione dal vivo di un classico del cinema muto: Alberto Ferrari vs Genuine Live Score.

Alberto Ferrari – cantante e chitarrista, leader dei Verdena – è il punto focale della realizzazione di questo progetto speciale: in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino prende forma l’innovativa sonorizzazione del film muto Genuine, girato nel 1920 da Robert Wiene sulla scia del suo precedente capolavoro Das Kabinet des Dr. Caligari. Un’opera a vocazione espressionista, con atmosfere oniriche a tinte horror: un soggetto ideale per la sensibilità artistica di Ferrari, lirica e visionaria in senso psichedelico, per un progetto di grande fascino che lega il cinema di quasi 100 anni fa con la creatività musicale contemporanea.

Infine domani 9 aprile alle 16 verrà proiettato l’evento speciale Liberation Day, di Morten Traavik e Uģis Olte. Questa produzione targata Norvegia e Corea del Nord ci presenta i Laibach, gruppo industrial sloveno di culto, prima rock band occidentale ad esibirsi in Corea del Nord: tra differenze ideologiche e culturali, censura, e un pubblico che non sa nulla di musica alternativa.

A seguire, alle ore 18, dagli Stati Uniti Heart of a Dog , il debutto cinematografico alla regia di Laurie Anderson, un viaggio estetico sulla gioia e il dolore, sul ricordare e il dimenticare, lamento lirico in memoria dei suoi amati, il cane Lolabelle e il compagno Lou Reed.

La serata continua alle ore 20 con lo spazio Jazz Trumpets, la sezione dedicata al genere musicale Jazz, che quest’anno celebra i 100 anni dal primo disco registrato in studio (New York 1017). Questa sera si potrà di nuovoammirare Miles Ahead, il biopic sul mitico Miles Davis, diretto ed interpretato da un grande Don Cheadle. Il film racconta un breve e pericoloso periodo della vita di Davis, uscito da un paranoico ritiro e in combutta con un giornalista di Rolling Stone (interpretato da Ewan McGregor) per riprendersi la sua musica.

Alle ore 21.45 il sipario della manifestazione cala a ritmo decisamente rock: la roboante Opening Night di sabato 1 aprile viene riproposta con la visione di Gimme Danger. Dal grande regista Jim Jarmusch la storia del mitico gruppo The Stooges, e del suo travolgente leader Iggy Pop.‪‎

SoundScreen Film Festival è diretto da Albert Bucci, promosso e organizzato dall’Associazione Culturale Ravenna Cinema in compartecipazione con il Comune di Ravenna / Assessorato alla Cultura, con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in collaborazione con Bronson Produzioni e Cisim.

Fino al 9 aprile, Ravenna, Sound Screen Festival, Palazzo del Cinema, Largo Firenze 1, info: www.soundscreen.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here