A Sasso Marconi, nelle sale del settecentesco Borgo di Colle Ameno, dal 29 aprile all’1 maggio, tornano le Giornate teatrali di Colle Ameno, un cantiere di teatro contemporaneo dedicato alla formazione, alla ricerca e all’innovazione teatrale, con laboratori, spettacoli, mostre e incontri.

Il progetto, nato 10 anni fa, si è concretizzato nel tempo come un appuntamento di rilievo nazionale dedicato alla formazione specialistica, alla conoscenza e alla riflessione intorno alla drammaturgia contemporanea.

La rassegna festeggia quest’anno la decima edizione con un programma speciale attraverso cui i promotori (l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sasso Marconi e Teatrino Giullare, che fin dagli inizi ha curato la direzione artistica delle ‘Giornate Teatrali’) intendono ricordare i percorsi sviluppati in questi anni, i numerosi ospiti intervenuti (Franco Quadri, Giuliano Scabia, Gerardo Guccini, Francois Koltès, Arthur Nauzyciel, Massimo Marino, Letizia Muratori…) e le centinaia di persone che hanno partecipato ai laboratori e agli eventi.

L’edizione 2017 è dedicata al Mito inteso come racconto di episodi straordinari che, riletti in chiave non razionale, innescano principi e contenuti di conoscenza superiori di sé e della realtà. Si tratta di episodi che rimandano in particolare alla mitologia greca e latina, da cui ha avuto origine tanta produzione teatrale, e che hanno come autore di riferimento Ovidio (di cui ricorre il bimillenario della scomparsa):

I testi di Ovidio sono infatti le fonti del laboratorio teatrale rivolto alla formazione di giovani professionisti e articolato nelle tre giornate, e protagonisti dei momenti di approfondimento e spettacolo aperti al pubblico, che caratterizzano l’edizione 2017: nello specifico, l’incontro con il drammaturgo Davide Carnevali (autore teatrale tra i più interessanti e rappresentativi dell’ultima generazione, già vincitore del Premio Riccione) con lettura del suo nuovo testo Menelao, che propone una rivisitazione del mito basata sull’insoddisfazione – molto contemporanea – del leggendario re spartano (domenica 30, ore 17) e la lettura scenica delle Lettere di Eroine (le lettere d’amore che Penelope, Arianna ed Elena di Troia scrissero ai loro innamorati), a cura di Teatrino Giullare, Francesca Mazza e Angela Malfitano con l’accompagnamento musicale del cantautore Gianluca Vigone (lunedì 1 maggio ore 19).

La lettura di lunedì 1 sarà seguita dalla performance dei partecipanti al laboratorio teatrale con cena a buffet finale.

 

Durante le ‘Giornate Teatrali’, nell’antico salone da ballo di Villa Ghisilieri sarà inoltre visibile l’installazione La nascita del Mito, di Cikuska e Teatrino Giullare.

Dal 29 aprile all’1 maggio, Salone delle Decorazioni del Borgo di Colle Ameno, Sasso Marconi (BO), vari orari, info e prenotazioni: www.teatrinogiullare.it 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here