Francesca Catastini, Whosoever Doth Well Known Himself Shall Know the Brute Beasts TMSVbass

Tre autori per rileggere la storia dell’arte attraverso la fotografia. Alla Galleria Parmeggiani, a Reggio Emilia, Francesca Catastini, Simone Schiesari e Carlo Vannini si confrontano con la tradizione dell’arte italiana in occasione di Fotografia Europea 2017. Con The modern spirit is vivisective, Francesca Catastini si avventura nei meandri del corpo umano, esplorando e sfatando antichi malintesi sullo studio dell’Anatomia. Punto di partenza sono i vecchi teatri anatomici, simbolo della conoscenza scientifica rinascimentale . Questi spazi oggi sospesi e privi della loro originaria funzionalità, la portano a intraprendere la dissezione e vivisezione metaforicamente intese come una performance estetica.  Le sue immagini, austere e ironiche, si mescolano a quelle d’archivio, formando un eclettico cabinet of curiosities. Simone Schiesari invece si interroga, e ci interroga, sull’idea stessa di “rappresentazione”. In Ritratti di giovani uomini e giovani donne  ci presenta un progetto di “ri-generazione” dell’immagini d’archivio tratte dai siti on line dei più importanti musei al mondo: ritratti di giovani creano una sorta di campionatura di tipo antropologico, come di soggetti da studiare e archiviare, uno dopo l’altro, forse all’infinito. Siamo dunque di fronte a identità di dubbia provenienza, delle quali non sappiamo nulla: chi sono, se hanno posato davanti a un obiettivo, quando e se sono vissuti. Infine, Carlo Vannini presenta “Archivio di Luce”, un viaggio tra oggetti d’arte isolati e resi asettici dal mezzo fotografico, cercando di inserirli in una realtà assoluta.

Fino al 9 luglio

Reggio Emilia, Galleria Parmeggiani, corso Cairoli, 2

Orari: sab. e dom. ore 10 – 13; 16 – 19. ; venerdì 2 giugno ore 10 – 23

Info: www.fotografiaeuropea.it

(l.r.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here