Il Qatar è uno dei paesi arabi che si trova attualmente al centro dell’economia mondiale grazie ai suoi preziosi giacimenti. Esso però è anche una terra fatta di storie e tradizioni. “The Challenge” del regista ravennate Yuri Ancarani è il frutto di un studio approfondito sulla consuetudine ormai antichissima della caccia al falco. Il film, vincitore del Premio Speciale della Giuria al Festival di Locarno, sarà al Supercinema di Santarcangelo martedì 9 e mercoledì 10 maggio alle ore 21.15.

La caccia al falco vanta ben oltre quaranta secoli di storia. In Occidente la sua tradizione si esaurisce in età medievale, quando ancora era pratica consolidata nell’aristocrazia del tempo. Essa è rimasta invece fortemente radicata all’interno della cultura araba ed è ancora oggi largamente praticata. Il tentativo, da parte del regista, di mettere a fuoco un’antica tradizione che ancora lega l’uomo al deserto nonostante il contesto urbano circostante, è il frutto di tre anni di osservazione e lavoro sul campo che culminano in un torneo importante al quale il falconiere, divenuto guida di Ancarani, si reca con i suoi falchi da competizione. Il risultato è una pellicola che si presenta come una sorta di “weekend nel deserto” che mette a nudo microcosmi tecnologici e antropologici sospesi.

The Challenge” è il primo lungometraggio del regista, oggigiorno considerato uno dei più interessanti sulla scena contemporanea. Conosciuto e apprezzato anche in Canada, in Francia, negli Stati Uniti e in Olanda, i suoi primi lavori si distaccano da quest’ultimo per i luoghi indagati quali la Romagna e Rimini, dei quali ha registrato i cambiamenti sociali e territoriali, ma non per la qualità del risultato finale. I suoi film e le sue installazioni video hanno fatto il giro di musei e gallerie oltre che dei festival di mezzo mondo.

Martedì 9 e mercoledì 10 maggio, The Challenge, Supercinema Sant’Arcangelo, ore 21.15 -info: supercinemasantarcangelo.co

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here