Da venerdì 5 a domenica 14 maggio il Teatro Alighieri apre le porte a uno dei festival più conosciuti e amati sul territorio: il Ravenna Jazz. Giunto quest’anno alle sua 44° edizione, porterà nella città romagnola i grandi miti del jazz crossover, della fusion e della scena alternativa newyorkese a cui terranno testa i musicisti del nostro jazz nazionale. Tra gli eventi più attesi quello di domenica 7 maggio, con il concerto del chitarrista Pat Metheny alle ore 21, preceduto da un aperitivo alle ore 18.30 presso il Caffè del Teatro con lo “(S)concerto per chitarra sola” di Aldo Betto.

Pat Metheny è un’icona della chitarra, fonte di un’instancabile creatività. Ad affiancarlo sul palco ci saranno il pianista britannico Gwilym Simcock, la contrabbassista australiana Linda Oh e Antonio Sanchez, uno dei batteristi simbolo del jazz odierno. Dopo un lungo periodo di silenzio tornano finalmente sul palco con un’enorme varietà di classici del suo repertorio, nuovi brani, pezzi composti anche nel lontano passato ma mai eseguiti prima, così che lo spettacolo sarà una sorpresa tutta da gustare.

A precedere il concerto, l’aperitivo accompagnato dalle note di Aldo Betto, presente in numerosi festival blues e soul e collaboratore di James Thompson e Giacomo da Ros. Dopo aver più volte prestato la sua abilità ad artisti famosi quali Massimo Bubola, Patrizia Laquidara, Mina e Celentano, ha dato vita anche a una serie di suoi progetti personali come la band Jalum, i Try, il Quartetto Desueto.

Domenica 7 maggio, Pat Metheny, Teatro Alighieri Ravenna, ore 21 – info: ravennajazz.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here