Bahrami Ramin inaugura Emilia Romagna Festival 2017

Torna anche quest’anno l’Emilia Romagna Festival: dal 14 luglio al 9 settembre un lungo programma che prevede ben 36 appuntamenti di sperimentazione e dialoghi tra Barocco e Moderno, quest’anno esteso alle cinque provincie di Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

È ormai tradizione per l’Emilia Romagna Festival guardare verso Oriente, passando per la musica tradizionale dell’America Latina fino a giungere alle sperimentazioni delle generazioni più vicine, tracciando un ideale tragitto che segue passo passo Bach e la musica barocca. Sarà infatti quest’ultima il filo conduttore in grado di unire le sue antiche radici, con la riscoperta dei ritmi ispanici e delle evocazioni elettroniche che la modificano, fino ai classici della Classica e alla tradizione coreana.

Come ogni anno l’attenzione non sarà rivolta solo ad esibizioni di importanti orchestre e dei grandi Maestri di oggi, ma ci sarà un occhio di riguardo anche per i repertori più moderni, senza trascurare tuttavia quelli più antichi. L’iniziativa “Primo Premio!” darà infine spazio ai più giovani, nuovi interpreti contemporanei noti o meno noti, vincitori di alcuni tra i migliori concorsi di musica classica, che avranno così l’occasione di presentarsi al pubblico.

Questa XVII edizione vedrà sul palco un centinaio di musicisti e gruppi musicali dei quali Ramin Bahrami e Martux M., John Malkovich con I Solisti Aquilani diretti da Alvise Casellati, Michael Nyman, la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan, il Coro Friuli Venezia Giulia, il Trio del Barrio, Alexander Chaushian, Sebastian Knauer, Vicente Campos, la China National Opera House diretta da Yang Yang, la Turkish National Youth Philharmonic Orchestra, rappresentano solo un “piccolo” assaggio.

Ad inaugurare l’edizione del Festival di quest’anno “Frescobaldi Renaissence”, un progetto sperimentale e innovativo per rivalutare la musica del compositore Girolamo Frescobaldi, che si terrà presso l’Arena di Palazzo Bellini di Comacchio il 14 luglio alle ore 21.30. L’interpretazione di Ramin Bahrami al pianoforte delle prime sei Toccate dal secondo libro del clavicembalista ferrarese sarà preceduta da un tappeto elettronico eseguito da Martux M., pioniere dell’elettronica italiana.

Si susseguiranno poi diversi eventi che vedranno alternarsi tra loro i Grandi Concerti con le tradizioni musicali dell’America Latina, da Vienna a Cuba alla Spagna, in un complesso ma piacevolissimo viaggio nella cultura occidentale tra jazz e quartetti d’archi. A questi si affiancheranno poi anche i concerti dell’Abbazia di Pomposa a Codigoro dove faranno da protagonisti il Coro del Fruili Venezia Giulia (16/07), la “Musica Spagnola per Violoncello e Pianoforte” con Smith e Montero (22/07), il quartetto d’archi Ulysses Quartet (30/07), l’Ensemble Variabile formato da Chamber Opera: Annamaria dell’Oste (soprano), Claudio Mansutti (clarinetto) e Federica Repini (pianoforte) (10/08) e Entrada Prohibida dei Tango Tres (18/08).

A chiudere l’Emilia Romagna Festival sarà l’omaggio a Luciano Pavarotti a dieci anni dalla sua scomparsa: sabato 9 settembre alle ore 22, presso Villa La Babina a Sasso Morelli, Chiara Isotton (soprano), Matteo Desole (tenore) e Alex Martini (baritono) eseguiranno alcune arie e duetti  che lo hanno reso famoso, accompagnati al pianoforte da Francesca Pivetti.

Accanto agli eventi musicali non mancheranno poi le degustazioni e le passeggiate nei parchi e nei musei alla scoperta del territorio e del suo patrimonio artistico. Tra queste la passeggiata naturalistica nel parco di Villa Manusardi (19/07) e le visite guidate ai musei: il Museo Civico di Castel Bolognese per la collezione del liutaio Nicola Utili (20/07), i Musei di San Domenico di Forlì (29/07), il Museo Diocesano di Imola (31/07) e il Museo Zauli di Faenza (31/07). A concludere la sezione sarà infine a Tredozio la visita dei giardini del Palazzo con a seguire un aperitivo nella limonaia (6/08).

Dal 14 luglio al 9 settembre, Emilia Romagna Festival, Bologna, Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena, Ferrara – info: erfestival.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here