Lunedì 31 luglio Museo Carlo Zauli di Faenza presenta il duo Croisé-Schevchenko composto dal violoncellista Christoph Croisé e dalla pianista Oxana Schevchenko che si esibiranno in un concerto dal programma sofisticato ma fresco. Il duo sono i neo vincitori del premio internazione di musica da camera Salieri-Zinetti, uno dei premi di origine italiana più importanti, che consente ai protagonisti una borsa di studio per la realizzazione di alcuni concerti, uno dei quali a New York. Da Brahms a Paganini, passando per i russi Prokof’ev e Čajkovskij: questo il programma della serata di lunedì a partire dalle ore 21.15. A precedere l’evento, dalle 19 alle 20, sarà possibile effettuare la visita del Museo Carlo Zauli dedicato  a uno dei più importanti ceramisti scultori del novecento.

Christoph Croisé comincia a suonare da molto giovane, debuttando a 17 anni al Carnegie Hall di New York, dove nel corso della sua carriera è tornato diverse volte. Ai giorni d’oggi è divenuto ormai concertista a livello internazionale ed è invitato ad esibirsi in diversi festival di successo quali “Olympus Musical” di San Pietroburgo, quelli di New York, Baku, Lucerna e Davos, il Festival Menuhin di Gstaad. Il suo violoncello di Goffriller realizzato a Venezia nel 1712 ha fatto il giro di diverse sale da concerto , tra cui la Tonhalle di Zurigo e la Konzerthaus di Vienna, e si è esibito sotto la guida di molti direttori e orchestre. Tra il 2015 e i 2016 ha partecipato a moltissimi concorsi internazioni come quello per Archi “Schoenfeld” ad Harbin, quello di Musica di Manhattan, il Johannesl Migros-Kulturprozent a Zurigo, il Carlos Prieto a Morelia e al First Berliner International Music Competition.

Anche Oxana Schevchenko è una musicista che ha iniziato molto giovane: a 23 anni ha vinto il Primo Premio allo Scottish International Piano Competition e dal quel momento in poi è risultata in prima fila sia come solita che come musicista da camera, partecipando a diversi concorsi internazionali. In seguito Premio ottenuto è nato un disco che comprende opere di Shostakovich, Mozart, Liszt e Ravel. Nel 2011 ha inoltre vinto il Premio quale miglior Accompagnatrice nel Concorso Internazionale Čajkovskij di Mosca, esibendosi con il vincitore del concorso, il violoncellista armeno Narek Hakhnazaryan.

Lunedì 31 luglio, duo Croisé-Schevchenko, Museo Carlo Zauli Faenza, ore 21.15 – info: emiliaromagnafestival.it, museozauli.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here