Palazzo Rasponi 2 presenta “Comfortably boring little world”, il progetto di Luana Rigolli che chiude la prima fortunata edizione del concorso PR2 Camera Work, indetto dal Comune di Ravenna, Assessorato alle Politiche Giovanili, in collaborazione con l’Università di Bologna, Campus di Ravenna. Il progetto realizzato dalla fotografa piacentina, racconta in maniera intima e personale, l’America vera e più profonda, quella annoiata e chiusa su se stessa che il cinema di Hollywood non è solito mostrare. La Route 66 è un mito che non fa eccezione, e nella sua anima assomiglia molto alla nostra Via Emilia: una strada che porta dritta alle spiagge, attraverso miglia e miglia di campagne pervase da un senso di “annoiamento” diffuso, ferme nella loro poca voglia di cambiare, rassegnate al presente. Come racconta Luana, nelle pagine del suo sito  (luanarigolli.it): “8.000 km, 12 stati, un unico paese comodamente annoiato. Non so perché ci sia questa forte relazione tra l’Emilia e le campagne degli Stati Uniti d’America, ma senza dubbio la somiglianza tra i due luoghi ha da sempre affascinato gli artisti emiliani, me compresa. Cantanti e fotografi della mia terra hanno sempre guardato e aspirato ai mitici States, alimentando loro stessi il sogno americano. Sono voluta andare a vedere con i miei occhi questi Stati Uniti e ho percorso 8000 km, dalla costa est a quella ovest, rincorrendo i miti americani per scoprire che molti di essi sono poi un semplice sogno cinematografico, un immaginario collettivo, tanto quando i simpatici romagnoli o i buongustai parmigiani di cui sono pieni i libri e i film.” La mostra è aperta fino al prossimo 24 settembre.

Ravenna, Palazzo Rasponi 2, via Massimo D’azeglio 2

Info: palazzorasponi2.it

 

(l.r.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here