Dal 29 settembre al 15 ottobre 2017 arriva la seconda edizione del festival barocco al Teatro Rossini di Lugo con la direzione musicale di Rinaldo Alessandrini. Purtimiro 2017 apre con Johann Sebastian Bach e chiude con Monteverdi, due autori fondamentali nella sua carriera interpretativa: proprio di Bach e Monteverdi sono le sue ultime due fatiche discografiche per la raffinata etichetta francese Naïve. Ed esattamente venti anni dopo che Alessandrini aveva licenziato la sua rivoluzionaria lettura dell’Arte della Fuga di Bach – un’incisione ormai storica che ha vinto premi e ricevuto riconoscimenti internazionali – eccolo tornare all’amatissimo Bach con una nuovissima lettura delle celebri Variazioni Goldberg nel concerto inaugurale del 29 settembre al Teatro Rossini, che prende il titolo Variations on Variations e sottotitolo Le Variazioni Goldberg di Bach come non si sono mai sentite. Si tratta infatti della prima esecuzione della sua nuova trascrizione per archi e cembalo dell’immenso capolavoro reso celebre dalle interpretazioni pianistiche di Glenn Gould. Sabato 30 settembre è la volta di un’assoluta rarità operistica di un compositore barocco di origine pugliese, tanto grande quanto poco conosciuto:  Giovanni Cesare Netti, nato a Putignano di Bari nel 1649 e morto a Napoli nel 1686 a 36 anni. Di Netti, che fu prolifico autore di cantate e musiche liturgiche, si potrà ascoltare in forma di concerto l’opera La Filli, raro esempio di commedia pastorale di scuola napoletana. Il festival poi prosegue tra i geni musicali di Pergolesi, Stradella, Vivaldi, Caldara e Monteverdi che saranno interpretati oltre che da Rinaldo Alessandrini e dal suo Concerto Italiano, anche da Antonio Florio con la Cappella Neapolitana, da Andrea Buccarella e l’Abchordis Ensemble, da Pino De Vittorio, Sara Mingardo, Enrico Gatti e Carlo Vistoli. Tutto il programma su: purtimiro.it

Dal 29 settembre al 15 ottobre, Lugo, Teatro Rossini, piazza Cavour 17, ore 21. Info: 0545 38542

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here