Dopo la grande celebrazione di Hugo Pratt a Palazzo Pepoli, un altro maestro del fumetto torna protagonista a Bologna. Parliamo di Milo Manara a cui Palazzo Pallavicini, storica dimora nella centralissima via San Felice appena restaurata, dedica una grande antologica. Sono 130 le opere in esposizione che narrano il percorso creativo del grande maestro veneto, non solo nella produzione fumettistica ma anche nell’illustrazione per la stampa, il cinema e la pubblicità.

Tra i capolavori dei primi volumi, sono presenti le tavole da Il Gioco e Il Profumo dell’Invisibile, con protagonista il suo alter ego Giuseppe Bergman, le pagine dei fumetti nati dalla collaborazione con l’amico e maestro Hugo Pratt (Manara fu l’unico disegnatore che il grande autore veneziano ha selezionato per le sue sceneggiature) e quelle de I Borgia, in collaborazione con Alejandro Jodorowsky. Sono presenti anche lavori più datati, mai o raramente esposti al pubblico, come la serie d’illustrazioni ispirate ai testi di Shakespeare o le tavole realizzate per le celebrazioni del 250° anniversario della nascita di W. A. Mozart. E qui il collegamento con Palazzo Pallavicini, dove Mozart si è esibito nel 1770, ospite del conte Pallavicini. Un’altra sezione proporrà per la prima volta al pubblico italiano gli acquerelli realizzati nel 2016 per un’asta di beneficenza con soggetto la mitica Brigitte Bardot. Contemporaneamente, il Comune di Saint Tropez sta procedendo all’installazione in Place Blanqui una statua dedicata all’attrice francese, che è stata ideata proprio a partire da uno dei disegni di Manara e sotto la sua supervisione.

Fino al 21 gennaio 2018

Bologna, Palazzo Pallavicini, via San Felice 24

Info:palazzopallavicini.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here