Marco de Luca, Senza titolo

Torna RavennaMosaico, la rassegna biennale dedicata al Mosaico Contemporaneo, che da sabato prossimo e fino a domenica 26 novembre farà della città romagnola il centro di riferimento internazionale per il mosaico, ospitando artisti provenienti da tutto il mondo per confrontarsi sulla sperimentazione e le innovazioni apportate oggi a questa antica tecnica.

Promossa e organizzata dal Comune di Ravenna, grazie al prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, di Marcegaglia la Biennale di Mosaico Contemporaneo propone un percorso espositivo che si snoda all’interno dei luoghi simbolo della città, sviluppato intorno a due mostre principali:  Montezuma, Fontana, Mirko. La scultura in mosaico dalle origini ad oggi, al Mar Museo d’Arte della città, curata da Alfonso Panzetta e l’evento SICIS
Destinazione MicroMosaico. Alla scoperta di un universo tanto immenso quanto immensamente piccolo che celebra i trent’anni di attività di una delle più grandi realtà del mosaico artistico e una eccellenza del design internazionale, a Palazzo Rasponi dalle Teste. L’evento vuole inoltre condividere l’atmosfera che aleggia attorno alle realizzazioni di gioielli in micro-mosaico, in una moderna rilettura della tecnica settecentesca.
Entrambe le mostre resteranno aperte ben oltre la fine di RavennaMosaico, fino al 7 gennaio 2018.

Accanto a questi due grandi eventi numerosissimi altri appuntamenti, in un percorso di confronto e collaborazione che coinvolge soggetti che già hanno partecipato alla scorse edizioni di RavennaMosaico e nuove realtà.Tra le varie sedi coinvolte, eventi importanti si svolgeranno ai Chiostri Francescani, la Biblioteca Classense, l’Accademia di Belle Arti e il Museo Nazionale e l’Accademia di Belle Arti di Ravenna.

Il programma completo è disponibile a questo link: ravennamosaico.it

 

 

(l.r.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here