Fusignano, Cotignola e Bagnacavallo, Faenza e, presto, anche Rimini: con l’inaugurazione della mostra personale di Giovanni Frangi, sabato 4 novembre, presso l’Ala Nuova del Museo della Città di Rimini si può considerare completata l’intera geografia di Selvatico/Foresta che continuerà ad essere aperta al pubblico fino al 26 novembre a Fusignano, Cotignola e Bagnavacallo, fino al 12 novembre a Faenza e fino al 16 dicembre a Rimini.

Coloro che saranno interessati potranno così scegliere una delle città romagnole nelle quali fermarsi per gustarsi il luogo e il percorso artistico ivi proposto, oppure possono decidere di dedicarsi a un tour completo che li accompagni attraverso le diverse esposizioni. Sono due infatti le visite guidate in programma che collegano tra loro i luoghi, gli artisti e i disegni dell’intero progetto nelle sue diverse sezioni: la prima si terrà domenica 29 ottobre con ritrovo alle 14.45 presso il Museo Civico Luigi Varoli e partenza per il MIC di Faenza; il tour continuerà fino alle ore 19 tra il Museo civico San Rocco di Fusignano e l’ex Convento di San Francesco a Bagnacavallo, in un viaggio in pullman tra paesi, sedi e musei coinvolti nel progetto. Il secondo appuntamento sarà quello di domenica 19 novembre con partenza alle ore 9.45 dal Museo civico Luigi Varoli di Cotignola verso il Museo della Città di Rimini, passando per le altre città coinvolte, fino alle ore 18.

Con l’ultima inaugurazione di sabato 4 ottobre a Rimini si chiude un cerchio che conta ben dieci sedi, di cui quattro musei e alcuni spazi ed edifici allestiti ad hoc per l’occasione. Gli artisti coinvolti in questa edizione di Selvatico sono in tutto trentasette: un arcipelago Selvatico tra pittura, disegno e collage riuniti sotto l’immagine della Foresta. Il progetto si conferma dunque anche quest’anno come una sorta di ramificazione in grado di unire luoghi, persone e cose lontane ma artisticamente vicine.

Con il termine delle inaugurazione, il programma però non si esaurisce: presso ogni sede sono previsti diversi eventi, quali visite guidate, letture, laboratori di disegno e pittura per bambini, incontri e conversazioni con gli artisti in mostra. Le diverse sedi espositive presteranno anche lo loro atmosfera a dei concerti dal vivo, portando ad un incontro tra foreste soniche e foreste di segni, immagini e memorie.

Ramificare lo sguardo” è il titolo di una rassegna di appuntamenti dentro le mostre di Bagnacavallo, Fusignano e Cotignola che prevedono un dialogo con alcuni artisti (ore 18.30) e a seguire un concerto (ore 21.30) che sovrappone suoni, echi, riverberi ed effetti alla foresta di segni, nature, alfabeti e immagini di Selvatico. Primo appuntamento, sabato 11 novembre presso l’ex Convento di San Francesco a Bagnacavallo con Luca Caccioni, Elena Hamerski, Massimiliano Fabbri, Veronica Azzinari, Enrico Minguzzi; a seguire la musica di Antonio Gramentieri (Don Antonio, Sacri Cuori), Christian Naldi (Ronin) e Jacopo Casadei (Sunday Morning). Giovedì 16 novembre al Museo Civico San Rocco di Fusignano invece si terrà l’incontro con Martina Roberts, Giulia Dall’olio, Federica Giulianini, Marina Girardi e Cesare Baracca ed in serata ancora musica dal vivo. Per concludere, giovedì 23 novembre al Museo Civico Luigi Varoli di Cotignola, la conversazione con gli artisti Alessandro Saturno, Domenico Grenci, Giovanni Blanco, Rudy Cremonini, Vittorio D’Augusta, Massimo Pulini, Alberto Zamboni, Marco Samorè, Giovanni Lanzoni, Silvia Chiarini, Debora Romei e Giulio Zanet, seguita dal live a cura di Magma.

Non mancheranno infine gli eventi per i più piccini: sabato 4  e 25 novembre a Cotignola, con laboratori di pittura alla Scuola Arte e Mestieri e visita alla mostra di Selvatico. Sabato 12 novembre è previsto invece anche un tour completo per i bambini: ci saranno visite guidate, letture e  laboratori di disegno che li accompagneranno da Cotignola a Rimini, in un percorso per fare loro conoscere e apprezzare l’intero progetto.

Info: museovaroli.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here