Continua fino al 19 novembre la Biennale di fotografia dell’industria e del lavoro a Bologna: all’interno del ricco programma di eventi costruito attorno alle 14 mostre rientrano anche le proiezioni a cura della Fondazione MAST, in collaborazione con la Cineteca di Bologna. Si tratta di un ciclio di biopic sui protagonisti della fotografia mondiale a partire da sabato 28 ottobre fino a domenica 12 novembre.

La rassegna cinematografica, dal titolo Photographers’ Biopics, costruisce attraverso le pellicole selezionate un percorso sulle vite e le vicende professionali e personali di alcuni grandi fotografi, riconosciuti a livello mondiale come facenti parte a tutto effetto della storia della fotografia. Ciascuna personalità scelta è inserita in un’epoca, un luogo e degli ambiti professionali diversi a mostrare anche l’evoluzione del settore e le differenti specializzazioni – dalla fotografia di moda a quella pubblicitaria, dal fotogiornalismo al reportage a sfondo sociale.

Ad aprire la rassegna, sabato 28 ottobre alle 20.30, presso l’Auditorium di MAST., Ansel Adams: A Documentary Film di Ric Burns, introdotto da UrsStahel. Secondo appuntamento domenica 29 ottobre alle ore 17.00 The MexicanSuitcase di Trisha Ziff  con l’introduzione di Marco Antonio Bazzocchi, e Helena Janeczek; a seguire alle ore 21 Il sale della terra di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado. Lunedì 30 ottobre sarà il turno invece della versione restaurata di Blow-Up di Michelangelo Antonioni: la proiezione si terrà presso il Cinema Lumière alle ore 20.

Gli appuntamenti della rassegna tornano a novembre con Don’tBlink – Robert Frank di Laura Israel (ore 20) e Dorothea Lange: Grab a Hunk of Lightning di Dyanna Taylor (ore 22) presso l’Auditorium del MAST sabato 4 novembre. Il giorno seguente, domenica 5 novembre, appuntamento con Eadweard di Kyle Rideout (ore 17) e Mapplethorpe: Look At The Pictures di Fenton Bailey e Randy Barbato (ore 20.30). Giovedì 9 novembre il grande schermo ospiterà l’Oscar come Miglior Documentario 1977 dal titolo Harlan County di Barbara Kopple (ore 18.30), che narra la storia del violent sciopero dei minatory nella contea di Harlan. Penultimo evento, sabato 11 novembre, la proeizione di FUR, Un ritratto immaginario di DianeArbus di Steven Shainberg (ore 20.30), introdotta dal professor Marco Antonio Bazzocchi. Infine, a chiudere la rassegna, domenica 12 novembre In No Great Hurry: 13 Lessons in Life with Saul Leiter di Tomas Leach (ore 17.30) e Robert Doisneau: la lente delle meraviglie di ClémentineDeroudille (ore 20).

Da sabato 28 ottobre a domenica 12 novembre, Photographers’ Biopics, Fondazione MAST Bologna – info: mast.orgfotoindustria.it/eventi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here