Al via gli appuntamenti musicali a cadenza mensile curati da ε(eu eu), un progetto outdoor di Euphorbia che si terranno presso Raum, lo spazio Xing di Bologna. Ad aprire la rassegna, venerdì 20 ottobre alle ore 22, sarà il solo di live electronics della sound artist australiana Jasmine Guffond dal titolo Traced.

Traced è la seconda opera dell’artista uscita per Sonic Pieces. Si tratta di uno studio immersivo sulle nuove tecnologie digitali di sorveglianza e sul modo in cui influiscono nella vita di ognuno di noi e nella percezione che abbiamo del mondo circostante. Il progetto è realizzato attraverso una serie di algoritmi generati dalle reti di monitoraggio dati e dai sistemi di riconoscimento facciale che vengono tradotti in frammenti audibili, disegnando ritratti sonori in grado di catturare ciò che la sensibilità umana normalmente elude. Il risultato sono una serie di composizioni che creano una tensione sospesa attraverso le quali l’artista riesce a riprodurre uno stato di irrequietezza.

Jasmine Guffond è compositrice tra elettronica e sound art. La sua pratica spazia tra performance live, registrazioni e installazioni site specific che ha portato in diversi festival internazioni di musica e arti elettroniche.

Venerdì 20 ottobre, Traced di Jasmine Guffond, Raum Bologna, ore 22 – info: 051.331099, info@xing.it, xing.it   facebook.com/xing.it   twitter.com/liveartsweek

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here