Teatro dell'Orsa, CineBus - foto di Marco Montanari

 

Dopo il successo di pubblico l’anno scorso, l’inusuale proposta teatral-cinematografica tornerà in scena su un autobus in viaggio nel centro storico della città.

«Un autobus percorre un itinerario insolito in città, fa tappa davanti alle sale cinematografiche perdute, chiuse, invisibili e consegnate a un’epopea del secolo passato. Ogni fermata è l’occasione per ricordi e incontri inaspettati, a volte inspiegabili»: Bernardino Bonzani del Teatro dell’Orsa introduce CineBus, inusuale progetto performativo a metà strada fra teatro e cinema che, dopo il successo ottenuto nel 2016, tornerà al prestigioso Reggio Film Festival, manifestazione di respiro internazionale diretta con pervicace passione da Alessandro Scillitani.

L’edizione 2017 del Festival ha come tema principale gli eroi: «Nel nostro CineBus riprenderanno vita memorie una costellazione di eroi ed eroine che hanno ispirato i nostri passi, hanno detto la battuta che mai avremmo immaginato, hanno scelto il cammino imprevisto e ci hanno allenato alla vita» suggerisce Monica Morini del Teatro dell’Orsa.

«Il Reggio Film Festival attrae centinaia di spettatori, i cortometraggi sono selezionati fra proposte che vengono da tutto il mondo. In questa girandola di sguardi corre il nostro CineBus, Un viaggio dentro al cuore della città capace di accendere memorie, un pellegrinaggio che ha stazioni di fermata impreviste, accanto alle vecchie sale cinematografiche oggi purtroppo chiuse. Un rito vitale che abbraccia la bellezza del cinema».

 

Monica Morini e Bernardino Bonzani

 

Concludono gli artisti del Teatro dell’Orsa: «Una costellazione improbabile di mirabolanti personaggi usciti dalle pellicole dei film dei più grandi registi, da Fellini a Kubrick, da Chaplin a Leone, da Bertolucci a Spielberg, prendono vita fuori e dentro all’autobus, spalla a spalla con il pubblico. CineBus sarà un rito a quattro ruote ironico e struggente. Una festa».

CineBus è una produzione di Reggio Film Festival e del Teatro dell’Orsa realizzata con la collaborazione alla drammaturgia di Annamaria Gozzi e Alessandro Di Nuzzo, le musiche dal vivo di Gaetano Nenna, la ricerca di Paolo Ferraroni e il lavoro scenico degli attori del Teatro dell’Orsa: «Collaborare con lo staff appassionato del Reggio Film Festival è un privilegio. Molti sono i volontari che portano competenza, slancio e costruiscono una zattera di utopia che inonda la città con appuntamenti imperdibili».

 

11 e 12 novembre (sabato ore 19.30 e 21.30, domenica ore 17.30 e 19.30) – punto di ritrovo e partenza Ghirba Biosteria, in Via Roma 76, Reggio Emilia – ingresso 5 € – posti sono limitati, prenotazione obbligatoria – info: 320 9686155, einaudi.re@gmail.com.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here