Mercoledì 8 novembre alle ore 21.00 arriva presso il Teatro degli Atti di Rimini lo spettacolo dell’associazione Le Città Visibili, da titolo Suzanne, diretto César Brie, con Tamara Balducci, Giacomo Ferraù e Linda Gennari.

Lo spettacolo trae origine dal libro di Fabrice Virgili e Danièle VoldmanLa garçonne et l’assassin” che narra la storia vera di due giovani francesi, Paul e Louise, innamoratisi al tempo della Prima Guerra Mondiale e per questa costretti a dividersi.

La rappresentazione inizia con un processo: Louise è seduta al banco degli imputati. A partire da questo processo si dà avvio a un flashback che racconta le vicende che hanno portato la protagonista a trovarsi in quella situazione. Paul, spaventato dalla follia del conflitto bellico, ha deciso di disertare e Louise, perdutamente innamorata di lui, lo ha nascosto e aiutato. Ma restare chiusi in casa per così tanto tempo diventa sempre più difficile. Un giorno Paul decide di uscire e per non farsi riconoscere e arrestare indossa gli abiti femminili di Louise. È a partire da questo travestimento, nato un po’ per scherzo un po’ per necessità, che Paul inizia un lungo percorso di trasformazione, prima comportamentale e poi psicologica.

Attraverso questa storia il regista César Brie e gli attori sul palco propongono agli spettatori una riflessione sulla questione di genere, mostrando come la trasformazione del personaggio maschile rappresenti la labilità e l’inconsistenza delle barriere di genere e delle etichettature forzate.

Mercoledì 8 novembre, Suzanne, Teatro degli Atti Rimini, ore 21 – info: teatroermetenovelli.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here