Appuntamento lunedì 11 dicembre alle ore 21.15 al Cinema Europa di Bologna per la proiezione del film Dolphin man del regista Lefteris Charitos, presentato in anteprima italiana lo scorso novembre a Roma, e che si inserisce all’interno del programma promosso dall’associazione Kinodromo. A precedere la proiezione, alle ore 19.30 presso il Loft Kinodromo, si terrà un incontro con Michele Bovo (istruttore di freediving SSI, mindfulness e hata yoga e insegnante di meditazione vipassana) e Francesca Eusebi (istruttrice di Qi gong).

Dolphin man è il docu-film girato in Grecia e incentrato sulla vita sul campione di free diving Jacques Mayol, uomo che ha rivoluzionato il mondo dell’apnea e dell’immersione profonda e  la cui vita è stata fonte d’ispirazione per il film Le Grand Bleu di Luc Besson. Nella pellicola Jacques Mayol alias Dolphin man racconta il suo viaggio sportivo e personale, dal Mediterraneo al Giappone, dall’India alle Bahamas, mettendo insieme l’utilizzo di filmati storici d’archivio con la fotografia subacquea contemporanea. La sua personalità è ricostruita anche attraverso interviste di alcuni apneisti come William Trubridge, Mehgan Heaney-Grier e l’italiano Umberto Pelizzari le cui parole creano un ritratto dell’Uomo Delfino come persona che è stata in grado di raggiungere e superare i limiti del corpo umano e della mente nel tentativo di scoprire l’affinità tra l’uomo e il mare.

Obiettivo del regista Lefteris Charitos è sevirsi del personaggio di Jacques Mayol  non solo per mettere in scena una storia di passione, successo e realizzazione ma anche per riflettere sulle questioni essenziali della vita umana, quali la morte, i limiti del corpo, il rapporto con la natura, l’ambizione e il desiderio di fama e l’equilibrio precario di anima e corpo, tutte ugualmente chiave nella vita del grande mito. In particolare, per farlo, il docu-film cerca di comunicare con lo spettatore attraverso i sensi e le emozioni, con immagini di ripresa subacquea che mostrano la profondità dove tutto è nero, immobile, spaventoso e pacifico e immagini in superficie, con la luce abbagliante del sole. In questo modo lo spettatore riesce a percepire che cosa avviene al corpo umano e alla mente quando si è sott’acqua.

Lunedì 11 dicembre, Incontro + Dolphin Man, Loft Kinodromo + Cinema Europa Bologna, ore 19.30 – info: kinodromo.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here