Dall’1 al 4 febbraio Teatri di Vita prende parte alle iniziative in occasione di Arte Fiera, in un progetto inserito in Art City con una mostra d’arte e uno spettacolo dentro la mostra.

Doppio appuntamento per riflettere su fascismi vecchi e nuovi, con l’ironia calligrafica della mostra “Ahi, Rachele!” di Rachele Palladino, e con l’irruenza futurista dello spettacolo “M. Il nostro di Predappio” di Gianluca Enria e Lorenzo Lago, ispirato alla “Rissa in galleria” di Umberto Boccioni.

Si inizia giovedì 1 febbraio, ore 18, con l’inaugurazione della mostra “Ahi, Rachele!” di Rachele Palladino, segnalata da Art City, alla Sala Studio di Teatri di Vita, via del Pratello 90/a (apertura fino alle ore 22). L’esposizione sarà aperta fino a domenica, con apertura alle ore 15 (sabato sera fino a mezzanotte, nell’ambito della notte bianca dell’arte). L’artista invitata Rachele Palladino (Roma, 1971) ha come oggetto ideale del suo lavoro lo scambio e il dono, nel senso di una creazione di valore e arte sociale, realizzata con una levità ludica e un’ironia che non rinunciano alla profondità di senso.

Lo spettacolo “M. Il nostro di Predappio” debutta in anteprima venerdì 2 febbraio, ore 21, negli spazi della mostra, per replicare sabato 3 alle ore 20 e domenica 4 alle ore 17. M. Il nostro di Predappio nasce da un’idea di Andrea Adriatico, creazione di Gianluca Enria e Leonardo Lago, produzione Teatri di Vita: una incursione scenica nei temi dei fascismi vecchi e nuovi.

Dall’1 al 4 febbraio, Teatri di Vita e Sala Studio Teatri di Vita, Info: www.teatridivita.it, tel. 333.4666333.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.