Continua al Ridotto del Teatro Masini di Faenza la rassegna cinematografica “Il Cinema della Verità” che focalizza l’attenzione sul docufilm d’autore. La rassegna continua mercoledì 28 marzo alle ore 21 con il film Sono Guido e non Guido, diretto da Alessandro Maria Buonomo.

La pellicola si pone come obiettivo quello di indagare la figura del fenomeno letterario di Guido Catalano, mettendo a nudo anche alcuni misteri e segreti che si addensano attorno al suo mito. Non tutti sanno che dietro Guido Catalano, colui che è stato definito “il più grande poeta professionista vivente”, si cela in realtà la figura del fratello gemello, Armando. Armando Catalano è il vero autore delle poesie che hanno reso famoso il fenomeno di Guido Catalano. Affetto dalla Sindrome di Kräftor, Armando è costretto a parlare al contrario risultando del tutto incomprensibile; ma dentro di sé coltiva un grande talento per la poesia. Nasce così un accordo tra i due fratelli: Armano scrive, Guido declama. E così insieme sono diventati il più grande poeta professionista vivente.

Il docufilm di Alessandro Maria Buonomo porta sul grande schermo la storia di questi due fratelli, ricostruendo la loro vita attraverso immagini di repertorio, testimoniante, interviste a colleghi, critici, editori e amici. La pellicola riprende anche i testi e li analizza alla ricerca degli indizi presenti nelle poesie e nei libri che indicano la presenza di entrambi i gemelli. A partire dagli esordi punk adolescenziali sui palchi torinesi fino ad arrivare alla televisione e ai grandi live club d’Italia, il film mette in scena la storia di un segreto a lungo celato chiedendosi come i due fratelli siano riusciti a fondersi l’uno nell’altro per così tanti anni.

La rassegna continua con Dove vanno le nuvole di Massimo Ferrari (mercoledì 11 aprile). A seguire, mercoledì 25 aprile The Hate Destroyer di Vincenzo Caruso, mentre la rassegna si chiude ufficialmente mercoledì 2 maggio con il regista Fabio Paleari e il suo Bagnini e bagnanti.

Il Cinema della Verità” è un progetto reso possibile dal Ridotto del Teatro Masini, dal Comune di Faenza e dall’Accademia Perduta/Romagna Teatri. La sua realizzazione non sarebbe possibile senza la collaborazione di associazioni ed enti del territorio che lo sostengono quali il MIC Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, il Cineclub Il Raggio VerdeCinemaincentrol’Associazione D.E-R Documentaristi Emilia Romagna, la Società Cooperativa di Cultura Popolare, il Festival Internazionale del Cinema Documentario“Premio Marcellino De Baggis” di Taranto e SOS Donna.

Mercoledì 28 marzo, “Cinema della Verità”: Sono Guido e non Guido di Alessandro Maria Buonomo, Ridotto del Teatro Masini Faenza, ore 21 – info: 0546 21306 – accademiaperduta.itteatromasini@accademiaperduta.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here