Stefano Tura

A partire da lunedì 20 agosto prende il via la 28esima edizione di Moby Cult, la storica rassegna di incontri con l’autore curata da Manola Lazzarini per l’associazione “Il libro nella città”, in collaborazione con Cna e Comune di Rimini. La rassegna torna quest’anno nella corte di Castel Sismondo, in pieno centro storico, e propone sette incontri serali, alle ore 21.

Sette incontri con altrettanti scrittori che presenteranno le loro recenti opere letterarie, dalla narrativa alla saggistica, dal thriller al romanzo d’avventura, dal saggio psicologico alla riflessione sulla propria esistenza, dalle vicissitudini della storia locale alle ipotesi sulla vita extraterrestre. Sul palco autori riminesi e star del panorama culturale nazionale.

Si comincia lunedì 20 agosto con Eugenio Starnini e il suo “Sul pianoforte di nonna Albertina” (editore Luisè, 2018), una biografia familiare in cui gli accadimenti dei bisnonni dell’autore incrociano momenti e personaggi significativi della storia di Rimini e di Macerata.

Nel secondo incontro, mercoledì 22 agosto, lo psichiatra Alessandro Meluzzi e l’accademico Giuseppe Romeo presentano il loro saggio “Un solo Dio per tutti?” (Imprimatur, 2017) in cui si indagano, come recita il sottotitolo, “Politica e fede nelle religioni del Libro”.

Storia e fantasia in scena venerdì 24 con un maestro dell’avventura quale è lo scrittore Marco Buticchi, che a Moby Cult racconta il suo ultimo romanzo, “La luce dell’Impero” (Longanesi, 2017), una nuova indagine in territorio messicano per i due collaudati personaggi Oswald Breil e Sara Terracini.

La seconda settimana di Moby Cult si apre lunedì 27 agosto con Giuliano Bonizzato e il suo ultimo libro “Scusa, ma sei normale, te?” (La Stamperia, 2018), in cui l’avvocato riminese, prendendo spunto dal cinquantenario del ’68, si chiede in cosa consista veramente la normalità.

Un thriller mozzafiato, mercoledì 29, per il giornalista e scrittore Stefano Tura che con “A regola d’arte” (Piemme, 2018), propone un nuovo agghiacciante caso per il detective Peter McBride e il commissario bolognese Alvaro Gerace, insieme sulle tracce di un serial killer tra Italia e Gran Bretagna.

L’operatrice olistica riminese Laura Bontà, nella serata di giovedì 30 agosto, presenta il suo saggio “Corri il rischio di essere felice!”, un manuale interattivo di Costellazioni familiari secondo il metodo Hellinger (AB Editore, 2018).

Moby Cult 2018 si chiude domenica 2 settembre con l’astrofilo Roberto Pinotti e il suo ultimo libro, “I signori del mondo” (Verdechiaro – Nexus Edizioni, 2018) che, come recita il sottotitolo, indaga il mondo “Dagli Ufo alla bifronte eredità aliena dell’umanità”.

Dal 20 agosto al 2 settembre, Moby Cult, Castel Sismondo Rimini, ore 21 – info: facebook.com/mobycult

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.