Il 28, 29 e 30 settembre arriva a Faenza la ventitreesima edizione del MEI – Fatti di
Musica Indipendente, la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana.

Il MEI trasformerà Faenza in una vera e propria città della musica con concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente.

Numerosi saranno gli artisti provenienti da ogni parte d’Italia per ricevere i prestigiosi premi del Festival. Tra questi vanno evidenzati sicuramente i The Zen Circus, i Lacuna Coil, Mauri Ermanno Giovanardi, Colapesce, Colombre, Gio Evan, i Ritmo Tribale, il regista Dario Ballantini e Piccoli animali senza espressione. Agli autori premiati di aggiunge il cantautore Edoardo Bennato che sabato 29 settembre riceverà il “Premio Radio Rai Live” e assegnerà un riconoscimento ai vincitori del contest “Non sono solo canzonette”, che celebra i 40 anni del disco “Burattino senza fili”.

Il Festival si apre venerdì 28 settembre con l’anteprima della rassegna dedicata al periodo storico del ’68 formata dai convegni “Cultura e Musiche del ’68, 50 anni dopo”, in cui interverrà anche il sociologo Marco Boato, e “1968, 50 anni dopo tra le arti e le musiche”. Parte integrante della rassegna è anche la mostra “Alle radici della musica indipendente: i Manifesti dei Complessi Beat della Romagna degli Anni ‘60” a cura di Gianni Siroli. Sarà presentato, inoltre, in anteprima “Infinito 200”, album antologico che ricorda il bicentenario del capolavoro leopardiano, con ospite il cantautore Edoardo De Angelis e si terrà il Festival “Anatomia femminile” a cura del giornalista Michele Monina, in omaggio al cantautorato femminile.

Si continua sabato 29 settembre, giornata dedicata alle premiazioni e a tutte le esibizioni degli artisti presenti al MEI. Il Festival infatti non vede solo la presenza di musicisti premiati, ma anche di moltissimi altri artisti felici di poter prendere parte alla manifestazione contribuendo a renderla sempre più variegata e sempre più specchio della musica italiana. Tra questi spiccano La Municipal; I Figli Dell’Officina; La Stanza Di Greta; Roberto Angelini & Rodrigo D’Erasmo in omaggio a Nick Drake; Pierpaolo Capovilla; Kutso; Bussoletti; Rezophonic, che si esibiranno con i Lacuna Coil per i loro 20 anni di carriera; Celeb Car Crash; MoterNoire; Ylenia Lucisano; Renato Caruso; Thema; Peligro; Giuseppina Torre; Zoas; Il Generatore di Tensione Psicantria; Seawards; Le Teorie di Copernico; Macola & Vibronda; Porfirio Rubirosa; Simon Dietzsche; Danilo Ruggero; Marco Biasetti; Dlates; Valerio Sanzotta; Moreno Delsignore; Simone Leon Perron; Seraphic Eyes; Marat; Chiara Effe; Fusaro; Martina Maggi; Arashi; Lorenzo Kruger; Pupi di Surfaro; Atop the Hill; Zephiro; PH7; Quarto Stato; Angelo Cicchetti; Frankie; Osprey Dream; Alan Spicy; Blue Parrot Fishes; Giovanni Ruggero; Rossomalpelo; Asymmetry of Ego; Tribunale Obhal; Kiti; Stefano Cherchi; They Go; Virginian; Alabastrum.

Oltre alle esibizioni, sempre sabato 29 settembre, avranno luogo alcuni workshop a cura di Riccardo De Stefano e Riccardo Galassi e ad importanti anteprime, come la presentazione del libro dedicato al rapper Liberato a cura di Gianni Valentino. Si terrà, anche, la finale del Premio dei Premi, coordinato da Enrico Deregibus in collaborazione con l’OMP di Milano; la consegna della Targa Mei Musicletter a Kalporz , Reverendo Lys di Franco Dimauro e Umbria Jazz ; la finale del Mei Super Stage con le esibizioni di Valeria Crescenzi, Deadline-induced Panic e Riccardo Gileno; il Minifestival de l’Altoparlante; la premiazione del vincitore del “Contest iLiveMusic-Suona al MEI”, realizzato in collaborazione con l’app “iLiveMusic”.

Il Festival si chiude domenica 30 settembre con la rassegna musicale interamente dedicata ai 40 anni dalla Legge Basaglia con Interiezioni, spettacolo meta – teatrale di Pierpaolo Capovilla e il maestro Paki Zennaro. In apertura si esibirà il duo dei cantautori Gappa, formato da Gaspare Palmieri e Christian Grassilli, e nella stessa giornata verrà inoltre presentato il libro di Piero Cipriamo “Basaglia e Le Metamorfosi della Psichiatria”. Anche nell’ultima giornata non mancheranno alcune premiazioni assegnate a Colapesce e aDario Ballantini e alla band toscana Piccoli Animali Senza Espressione. L’ultimo giorno prevede anche un momento di formazione con il Forum del Giornalismo Musicale con Michele Monina, Fabrizio Galassi, Paolo Prato e Riccardo Vitanza, nonché ulteriori workshop curati da Giuseppe Ficaro, Giuliano Biasin e Francesco Galassi.

A chiudere ufficialmente il Festival sarà Mario Capanna, il leader del Movimento Studentesco del ’68 e autore del bestseller “Formidabili quegli anni”, edito dalla casa editrice Garzanti.

Dal 28 al 30 settembre, MEI, Faenza – info: meiweb.it, facebook.com/MeetingDegliIndipendenti/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.