Sakumoto
Sakumoto

Torna anche quest’anno, per la sua XVI edizione, l’Ottobre Giapponese, la rassegna realizzata dall’Ascig, l’Associazione per gli Scambi Culturali fra l’Italia e il Giappone fondata nel 1993 da un gruppo di studiosi e appassionati del Giappone di Ravenna che si propongono di favorire gli scambi culturali e la conoscenza reciproca tra Italia e Giappone. L’edizione 2018 si svolgerà a Ravenna e Faenza dal 5 ottobre al 14 novembre.

L’Ottobre Giapponese quest’anno collabora con il Museo Internazionale delle Ceramiche e con il Museo Carlo Zauli per la realizzazione di tre mostre di arte ceramica giapponese. “Giappone Italia: tracce di uno scambio” a cura di Masahiro Karasawa e Claudia Casali è il titolo della mostra che inaugurerà sabato 6 ottobre presso la Galleria Comunale d’Arte (voltone della Molinella) alle ore 17. In esposizione i visitatori potranno trovare un campionario della ricerca di sette artisti legati in qualche modo a Faenza, attraverso il Concorso Internazionale – Premio Faenza (Tomo Hirai, Tomonari Kato, Akio Niisato, Tomoko Sakumoto), attraverso l’Istituto d’Arte – ora Liceo del Design (Nami Takahashi, Kazue Wakabayashi), grazie al progetto del gemellaggio Toki-Faenza (Kyosuke Hayashi). La mostra sarà presenta al pubblico venerdì 5 ottobre, un giorno prima della sua inaugurazione, alle ore 18.30 presso la sala delle conferenze del MIC: in questa occasione verranno anticipati i temi dell’esposizione attraverso un dialogo tra e con gli artisti giapponesi e i curatori.

Domenica 7 ottobre inaugura invece la seconda mostra presso il Museo Carlo Zauli alle ore 11. Si tratta di una personale di Niisato Akio, a cura di Matteo Zauli. L’autore espone una serie di opere che raccontano un suo anno di lavoro iniziato nella primavera 2017 al Museo Carlo Zauli, proseguito in Giappone, e chiuso nell’estate 2018 a Faenza, nello studio della ceramista Elvira Keller.

Il Salone delle Bandiere invece ospiterà, a partire da mercoledì 10 ottobre, la personale di “Kazuko Uga, la leggerezza di Tokoname” a cura del Faenza Art Ceramic Center. Il lavoro di dell’artista si ispira alla calma contemplativ: Kazuko Uga usa la porcellana liquida per creare pezzi utilitari, decorativi e grandi istallazioni di profonda delicatezza.

Oltre alle mostre non mancherà la parte cinematografica, realizzata grazie alla collaborazione con il Cineclub Raggio Verde: giovedì 18 ottobre appuntamento al Cinema Sarti alle ore 21.15 con il film “After Life” (1998) di Hirokazu Koreeda vincitore quest’anno con la pellicola “Affari di Famiglia” della Palma d’Oro a Venezia. Il film sarà introdotto da Marco del Bene.

Dal 5 ottobre al 14 novembre, Ottobre Giapponese, Ravenna e Faenza – info: ottobregiapponese.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.