Edizione numero 16 quest’anno per Gender Bender, il Festival internazionale dedicato alle nuove rappresentazioni del corpo, identità di genere e orientamento sessuale prodotto dal Cassero LGBTI Center sotto la direzione artistica di Daniele Del Pozzo, in scena dal 24 ottobre al 3 novembre. Un ricco programma di eventi, con 112 appuntamenti suddivisi nelle sette sezioni che compongono il Festival: Danza, Cinema, Teatro, Mostre, Incontri, Laboratori e Party. Intitolata Cromocosmi, questa sedicesima edizione di Gender Bender indaga l’intreccio tra le differenze di orientamento sessuale, identità di genere, provenienza geografica, etnia.

Francesco Marilungo – LOVE SOUVENIR

In collaborazione con il Dutch Performing Arts, nella sezione Danza protagonisti saranno i Paesi Bassi con l’arrivo nel capoluogo emiliano di tre produzioni legate ad artisti residenti in Olanda come Shailesh Bahoran e i coreografi brasiliani Guilherme Miotto e Fernando Belfiore. Arrivano in Italia anche le opere di Severine Coulon e Thomas Lebrun, grazie alla collaborazione del Festival con l’Ambasciata di Francia e la Fondazione dei Nuovi Mecenati. E la sezione Danza si impreziosisce ulteriormente con gli interventi dell’irlandese Oona Doherty e degli italiani Enzo Cosimi e Mario Coccetti.

L’altra grande sezione del Festival, il Cinema, continua con un’ampia scelta di titoli, tra cui The last Goldfish dell’australiana Su GoldfishEl diablo es magnifico di Nicolas Videla e Zen Sul Ghiaccio Sottile della giovane regista Margherita Ferri che arriva a Bologna dopo la première alla Mostra del Cinema di Venezia. Novità di questa edizione, l’assegnazione di un Premio della Giovane Critica per miglior documentario e migliore fiction, in collaborazione con Cinefilia Ritrovata e Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna e un Premio del Pubblico.

El Diablo es Magnifico

Caustico e provocatorio è definito il lavoro Alessandro Berti, protagonista nella sezione Teatro con il suo Bugie bianche. Capitolo primo: Black Dick dedicato alle sguardo del maschio bianco sul corpo del maschio nero e all’oppressione del continuo confronto. Un programma ricco e articolato che potrete visionare nella sua interezza sul sito del Festival GenderBender.it . 

Dal 24 ottobre al 3 Novembre
Bologna, sedi varie

Per informazioni: Il Cassero LGBTI Center: 051 0957221 oppure www.genderbender.it

(l.r.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.