David Murray meets The Tower Jazz Composers Orchestra

0
293

Uno dei personaggi simbolo del jazz e un’intera orchestra con più di venti strumentisti. Sabato, alle 21.15, presso l’Unipol Auditorium di Bologna, gli spettatori potranno assistere ad un live incredibile: David Murray meets The Tower Jazz Composers Orchestra. L’evento, inserito nel programma del Bologna Jazz Festival, vedrà l’evolversi di uno degli aspetti più importanti dell’estetica musicale jazzistica, ovvero quello di riunire sullo stesso palco artisti che non hanno mai suonato prima assieme, provenienti da esperienze e background più o meno diversi, andando così a creare un effetto sorpresa assicurato.

David Murray, sassofonista afroamericano, classe 1955, è stato il leader del World Saxophone Quartet ed è noto per le tantissime collaborazioni di prestigio, da Cecil Taylor a Anthony Braxton, da Don Cherry a Lester Bowie, senza dimenticare Max Roach, Elvin Jones o Dewey Redman.

La Tower Jazz Composers Orchestra, formatasi nel 2016, è l’orchestra residente del Jazz Club Ferrara, uno dei club più intraprendenti sulla scena europea, capace di attrarre numerosi jazzisti di varia estrazione e di creare, quindi, un bacino musicale particolarmente ricco dal quale l’orchestra attinge. Gli elementi della Tower Jazz Composers Orchestra,  affidati alla direzione di Piero Bittolo Bon e Alfonso Santimone, propongono un repertorio che affianca composizioni originali e rivisitazioni di brani provenienti da varie tradizioni, come i pezzi di Steve Coleman e Frank Zappa.

Sabato 3 novembre, Bologna, Unipol Auditorium, ore 21.15. Info: 334 7560434, www.bolognajazzfestival.cominfo@bolognajazzfestival.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.