1984, regia Matthew Lenton foto di Guido Mencari
1984, regia Matthew Lenton foto di Guido Mencari

Si sono aperte le scorso martedì le prevendite dei biglietti del nuovo cartellone teatro del Bonci di Cesena, con la novità che la fascia giovani si è alzata fino ai 35 anni, cosicché sempre più persone potranno godere della tariffa speciale. La stagione inaugura ufficialmente a novembre, mese in cui sarà possibile assistere a ben 4 spettacoli.

Si comincia giovedì 1 novembre con Sei personaggi in cerca d’autore, la rilettura del testo di Pirandello a cuira di Michele Placido. Oltre che regista, dove si lascia guidare totalmente dal testo in quanto ricco “di suggestioni soprannaturali”, Michele Placido è anche interprete del suo spettacolo insieme a Guia Jelo, Dajana Roncione, Luca Iacono, Luana Toscano, Paola Mita, Flavio Palmeri, Silvio Laviano, Egle Doria, Luigi Tabita, Ludovica Calabrese, Federico Fiorenza, Marina La Placa, Giorgia Boscarino, Antonio Ferro. Con questo spettacolo, Michele Placido conferma il suo amore per l’opera dell’autore siciliano di cui ha già riletto Così è se vi pare e i due atti unici La carriola e L’uomo dal fiore in bocca. Sei personaggi in cerca d’autore è un inno al teatro che mai abdica alla propria missione, con una sala e un palcoscenico “spiati” dal sestetto dei misteriosi “personaggi”. Lo spettacolo sarà in replica fino a domenica 4 novembre.

Il secondo appuntamento è invece sabato 3 novembre alle ore 18 con il primo Conversando di teatro, una serie di incontri delle compagnie con il pubblico. Si tratta di un format ormai consolidato che da qualche anno offre agli spettatore l’occasione di dialogare con gli artisti delle compagnie in un’atmosfera informale, con l’obiettivo di condividere punti di vista, raccogliere spunti e impressioni sugli spettacoli in cartellone.

Si continua sabato 10 novembre con Histoire du soldat di Igor Stravinskij  con la regia e la voce recitante di Gabriele Marchesini. Era il lontano 1918 quando Igor Stravinskij, accerchiato dalla guerra, espropriato dalla Rivoluzione Russa ed esule in Svizzera, decide di dare vita a un nuovo spettacolo povero, da baraccone, insieme allo scrittore Charles-Ferdinand Ramuz. Lo spettacolo, L’histoire du soldat, nasceva su una favola di Afanasiev e rifletteva sul tema dell’essere profughi e del relativo dramma dello sradicamento. Gabriele Marchesini elabora uno spettacolo fatto di musica, recitazione e multimedia su queste tematiche, riproposte a partire dallo stesso organico “povero” stravinskiano.

A chiudere il mese di novembre (dal 22 al 25) sarà 1984, lo spettacolo crudo e visionario del regista britannico Matthew Lenton, tratto dal romanzo di George Orwell. Sul palco Luca Carboni, Eleonora Giovanardi, Nicole Guerzoni, Stefano Agostino Moretti, Aurora Peres, Mariano Pirrello, Andrea Volpetti. Matthew Lenton rende più che mai attuale il testo di George Orwell partendo dai social media, dall’importanza che ormai ricoprono nella nostra società e dalla consapevolezza del loro potere di persuasione  e manipolazione del pensiero. In realtà, attraverso i social noi spiamo e siamo spiati.

A partire dall’1 novembre, Stagione 2018/2019, Teatro Bonci Cesena – info: cesena.emiliaromagnateatro.com.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.