MERAVIGLIOSE AVVENTURE. Racconti di viaggiatori del passato alla Galleria Estense, Modena

0
330
Carta da navigar (Mappamondo catalano estense), 1450-60 circa, Modena, Biblioteca Estense Universitaria

Alla Galleria Estense di Modena continua fino al prossimo 6 gennaio 2019, la mostra  MERAVIGLIOSE AVVENTURE. Racconti di viaggiatori del passato, a cura di Martina Bagnoli, direttrice delle Gallerie Estensi, e Annalisa Battini. Le meravigliose avventure del titolo sono tratte dai testi illustrati appartenenti al ricco patrimonio librario della Biblioteca Estense Universitaria, oltre che da quadri, sculture, arti decorative e materiale etnografico, in grado di ripercorrere come l’esperienza del viaggio sia stata vissuta da esploratori, mercanti, pellegrini, tra il 1400 e il 1800.

Lontane dalle moderne guide turistiche, le relazioni annuali dei missionari e i libri pubblicati da mercanti, religiosi, ambasciatori, studiosi e curiosi al ritorno dai loro viaggi, hanno rappresentato testimonianze di valore ineguagliabile per la conoscenza di popoli e mondi ancora poco noti in Occidente.  A colpire il viaggiatore non erano soltanto la vita quotidiana e i costumi spesso inconsueti, i monumenti, le corti opulente dei sovrani orientali, ma anche le caratteristiche naturali dei paesi visitati e la loro cultura. Numerose sono infatti le opere che riservano ampio spazio alla descrizione dei riti religiosi e alla lingua, come nel caso degli idiomi dell’America meridionale.

Dervisci danzanti, da “Voyages du sr. A. de La Motraye, en Europe, Asie & Afrique. Ou l’on trouue une grande variete de recherches geographiques …”, Modena, Biblioteca Estense Universitaria

La rassegna riscopre inoltre alcune figure quali Jean de Mandeville, Giovan Battista Ramusio, Matteo Ricci, Athanasius Kircher e Carsten Niebuhr, Francesco Gemelli Careri, Sybilla Merian e molti altri che con i loro racconti e i loro studi aiutarono i governi europei a intrattenere un rapporto più confidenziale con il resto del mondo. Materiale audiovisivo completa la narrazione delle meravigliose avventure esposte.

Suddivisa in sei sezioni, la mostra si apre con quella dedicata ai pellegrinaggi in Terrasanta, per poi proseguire nel Vicino e Lontano Oriente, in Africa e nel Nuovo Continente.  Quest’ultima sezione si apre con una rarissima prima edizione della lettera che Colombo scrisse ai reali di Spagna annunciando la scoperta del nuovo continente. Si tratta di un documento di fondamentale importanza per capire le attitudini degli Europei verso il nuovo Mondo.

Arte africana, Saliera, XV-XVI secolo, Gallerie Estensi, Modena, Galleria Estense

La mostra si chiude idealmente con una sezione di opere d’arte che rispecchiano lo scambio tra culture, tecniche e materiali che i viaggi e le esplorazioni nutrirono. Nella Sala Campori della Biblioteca Estense Universitaria, al secondo piano di Palazzo dei Musei, è inoltre allestita una preziosa selezione di mappe geografiche e Atlanti.

Fino al 6 gennaio 2019

Modena, Galleria Estense, largo Porta Sant’Agostino, 337 Info: gallerie-estensi.beniculturali.it

 

(l.r.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.