Sabato 8 dicembre alle ore 21 appuntamento alla Casa del Teatro di Faenza per un nuovo spettacolo dal titolo “Piccolo canto di resurrezione” di e con Francesca Cecala, Miriam Gotti, Barbara Menegardo, Ilaria Pezzera, Swewa Schneider. Lo spettacolo de I Teatri del Sacro, Associazione Musicali si cresce è il vincitore della V edizione del bando nazionale de I teatri del Sacro.

La Loba è vecchia signora di due milioni di anni che vive in un luogo sperduto che tutti conoscono, ma pochi hanno visto. Raccoglie le ossa che corrono il pericolo di andare perdute ed è la custode di quanto sta morendo e di quanto è già morto. Ella rappresenta la figura ancestrale di donna selvatica che fa da confine e tramite tra ciò che è vivo e ciò che è morto. Cantando gli inni della creazione, la Loba rimette in gioco vite, mondi, storie, facendosi così detentrice della memoria.

A partire da questo enigmatico personaggio, cinque donne cercano di dare risposta ad alcune domande che assillano il nostro presente: qual è la nostra personale resurrezione? Di quali rituali abbiamo bisogno oggi? Che cosa abbiamo sepolto e cosa vogliamo ricomporre, liberare? Quante volte possiamo morire per poi rinascere? Per farlo raccontano storie di vite che anelano al cambiamento, al riscatto, alla guarigione e alla Resurrezione. Storie dal sapore acre, a volte tragicomico e dal ritmo variegato. Le loro voci distinte ma unite si fanno invettiva, poesia, preghiera e si innalzano in un canto dove la memoria prende forma.

Sul palco si alterneranno così le voci di: Francesca Cecala, attrice e danzatrice attualmente impegnata con la Compagnia Scarlattine Teatroche, ha collaborato con diverse compagnie (Teatro del Vento, Araucaìma Teater, Brincadera, la residenza teatrale QUI e ORA, CTB di Brescia) ed è stata vincitrice nel 2008 del concorso nazionale “La parola e il gesto” presentando un monologo tratto da Zorro di Margareth Mazzantini; Miriam Gotti, attrice professionista e cantante che, nel suo cercare di perfezionare lo studio dell’arte vocale e canora con artisti del mondo musicale, ha collaborato con logopedisti, musicoterapisti e foniatri nel campo medico e che da alcuni anni si occupa di conduzione corale e crea arrangiamenti musicali e partiture vocali per produzioni teatrali; Barbara Menegardo, attrice e narratrice fondatrice dell’associazione Colpo d’Elfo, che attualmente lavora con diverse compagnie della bergamasca (Teatro Minimo, Teatro del Vento, Luna e Gnac); Ilaria Pezzera attrice e cantante in molte produzioni della Compagnia Teatrale Araucaìma Teater, di cui è stata socia fondatrice, dove ha lavorato e approfondito l’uso della voce, del ritmo e del canto e collaboratrice di varie realtà teatrali e musicali del territorio bergamasco; Swewa Schneider è attrice professionista presso la compagnia Teatro del Vento e parallelamente coltiva da un lato una passione per il canto e la musica e dall’altro un particolare interesse per teatro sociale che la vede impegnata nel progetto “Memoria del Presente”.

Sabato 8 dicembre, “Piccolo canto di resurrezione”, Casa del Teatro Faenza, ore 21.30 – info: teatroduemondit.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.