Giovanni Scotti © 011 (2015), stampa fotografica Diasec, 100x80 cm
La Galleria Pomo da DAmo, a Imola, presenta Dissipare la nebbia, nuovo progetto espositivo di Giovanni Scotti a cura di Angela Madesani.
Fotografo di origini napoletane, classe 1978, Scotti conduce una ricerca sui luoghi del proprio vissuto, sul loro evolversi nel tempo in una dimensione sospesa tra il passato e il presente. Cuore della mostra è La città della discanto, del 2015, lavoro di ricerca a proposito del quale la curatrice scrive: “L’artista stesso ha scritto nella premessa al lavoro che un viaggio, come quello da lui affrontato a Edenlandia, è rischioso, è come essere attraversati dal dramma della memoria e della crescita. Un dramma esistenziale di non accettazione del passare del tempo che assale taluni di fronte alla memoria, al ricordo, alla vista di determinati fenomeni. ” Scotti è l’autore di lavori si ispirano ai ricordi come chiave di lettura del proprio presente. Il parco di divertimenti napoletano, in questo caso, diviene un luogo di ricerca per esplorare la società contemporanea e la propria adultità, ispirato dagli studi del celebre antropologo francese Marc Augè.
Come afferma l’artista: «Se è vero che “guardare e vivere sono la stessa cosa”, come ci insegna Antonioni in Deserto rosso, ecco che lo sguardo può essere determinante per dare nuova linfa alle cose. Svelato il trucco, resta il disincanto, e magari è proprio grazie a questo che si possono cogliere allo stesso tempo l’essenza, la bellezza e il dramma dell’illusione, che è poi la vita stessa».
“Dissipare le nebbie” inaugura sabato 2 febbraio e andrà avanti fino al prossimo 23 marzo.

Dal 2 febbraio al 23 Marzo. Imola, Il Pomo da DaMo | Contemporary Art, via Santo Spirito, 25. Info e Orari: ilpomodadamo.it


(l.r.)



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.