Per la Rassegna Musicale Inaudita, domenica 13 gennaio, arriva all’Area Sismica di Forlì il pianista Francesco Prode.

Definito dalla critica nazionale e internazionale “simbolo della nuova musica” e musicista rivelazione della Biennale Musica di Venezia 2014, Prode propone un’interpretazione estremamente personale di Luigi Nono.

Il pianista, grazie alla rara capacità di riuscire ad entrare profondamente dentro codici culturali e interpretativi differenti, arriva a cogliere l’essenza musicale dei compositori di tutto il mondo: dalla Corea del Sud alla Cina, dalla Francia agli Stati Uniti. Nel 2014 è il pianista ufficiale del New York City Electronic Music Festival, mentre in Italia e in Europa collabora con compositori come Philip Glass, Ivan Fedele, Denis Smalley, Marco Stroppa, Mark Andre, Alessandro Solbiati, Martino Traversa, Riccardo Panfili, Colombo Taccani, Vittorio Montalti, Lasse Thoresen.
Suona anche all’Accademia Chigiana di Siena con il violoncellista Francesco Dillon in occasione dei 90 anni di Kurtag e insieme al pianista Emanuele Torquati per il Festival Musik im Riesen, a Wattens-Innsbruck con Philip Glass.

La Rassegna Musica Inaudita è realizzata con il sostegno di MIBACT, Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Ingresso 10 euro con tessera Arci.

Domenica 13 gennaio, ore 18, Area Sismica, Forlì, via Le Selve 23, località Ravaldino in Monte. Per info: 346 4104884, info@areasismica.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.