La Soffitta: socializza la cultura

0
319

Nell’elegante Palazzo rinascimentale Marescotti Brazetti, sede istituzionale del Dipartimento di Musica e Spettacolo, è stato presentato il programma del primo semestre di attività de La Soffitta Centro di Promozione Teatrale – che quest’anno festeggia la trentunesima edizione della rassegna di teatro, danza, musica, cinema del Dipartimento delle Arti, e lo fa con il sempre crescente impegno che lo contraddistingue, ampliando il programma alle due nuove sezioni di Arti Visive e Storia e Società a riconferma della stretta connessione del Centro con il Dipartimento delle Arti.

“La nuova programmazione – ha affermato il Responsabile Scientifico, Prof. Gerardo Guccini – dimostra come l’essere un teatro universitario e dunque in diretto rapporto con le attività della ricerca e del mondo studentesco, consente di connettere ulteriormente ricerca e contesto civile, puntando verso la socializzazione delle pratiche artistiche e culturali che si traducono sempre più in un veicolo di cittadinanza attiva”.

Muovendosi in questa direzione, La Soffitta presenta una programmazione per il 2019 sempre più ricca e strutturata a cura dei Docenti del Dipartimento delle Arti e realizzata con il sostegno di Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Regione Emilia Romagna e Comune di Bologna. Altrettanto significative le collaborazioni con importanti realtà del territorio: ERT Emilia Romagna Teatro, Cineteca di Bologna, MAMbo, SaGEM – Gruppo per l’Educazione Musicale del “Saggiatore musicale”, Musica Insieme e AltreVelocità, la Fondazione Teatro Comunale, Teatro Comunale Laura Betti (Casalecchio di Reno), Istituto Parri e Museo Ebraico. Strutturale, infine la prtnership con il neonato DAMSLab, la cui presentazione pubblica è prevista per il 28 febbraio pv.

CS La Soffitta 2019, ph Lara Congiu

Il programma è ricco e multidisciplinare. Ci saranno alcuni grandi ritorni per la Sezione Teatro: Cesare Ronconi torna a Bologna per mettere in scena all’Arena del Sole “Il Seme della Tempesta. Trilogia dei
Giuramenti
“.

La Sezione Musica, in collaborazione col l’Associazione Il Saggiatore musicale“, presenta una fitta rassegna concertistica. Si conferma anche quest’anno l’attesissima rassegna di musica d’arte delle Scuole in Università I Classici in Classe. Si segnala, inoltre, la giornata di studi internazionale “Time remembered”: la concezione musicale e il pensiero improvvisativo di Bill Evans, che si concluderà con il concerto per pianoforte di Enrico Pieranunzi.

Per la Sezione Danza, prima fila per lo spettacolo”first love“di Marco D’Agostino, vincitore Premio UBU come miglior performer under 35

La Sezione Arti Visive esordisce con l’originale progetto, in collaborazione con MAMbo, Curatore per un giorno con la mostra Disegni Accomodati di Giuseppe De Mattia. In collaborazione con il MAMbo c’è anche il progetto VHS+1995-2000. Si segnalano, tra le tante, I mercoledì di Santa Cristina, incontri con l’arte e la serata in compagnia del maestro Michelangelo Pistoletto: una performance della Compagnia Almadanza.

La Sezione Cinema presenta l’undicesima edizione del convegno internazionale Media Mutationis, dedicata all’analisi dei prodotti audiovisivi quali strumenti di soft-power nello scacchiere della geopolitica internazionale.

Completa il programma la Sezione Storia e Società con l’incontro Audience Development: politiche e pratiche tra sociologia e teatro. L’iniziativa si conclude con lo spettacolo Amleto Experience, presentato dall’Associazione Amici di Luca e Alessandro Bergonzoni.

Tutte le novità e gli aggiornamenti live sono disponibili sulla pagina social facebook.com/lasoffitta.unibo/ | Il programma semestrale è consultabile sul sito internet www.dar.unibo.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.