L’uomo che comprò la luna. Il road movie sardo di Paolo Zucca

0
455
UCCL_Poster

Dopo lo straordinario successo in anteprima nelle sale cinematografiche della Sardegna, l’uomo che comprò la luna diretto da Paolo Zucca con Jacopo Cullin, Francesco Pannofino, Benito Urgu, Stefano Fresi, Lazar Ristovski e Angela Molina, dal 2 maggio approda nelle sale del resto d’Italia.

Il film, una commedia esilarante dai contorni poetici e ironici a tratti surreali, si muove attorno ad un dilemma che coinvolge la Sardegna e le dinamiche tra i suoi abitanti, e sull’equivoco della sua vera identità di isola felice e al passo con i tempi ma custode della tradizione e dei valori di una cultura ancestrale.

L’uomo che comprò la luna_ph Francesca Ardau

Dieci e lode per la sceneggiatura che si pregia del contributo di Geppi Cucciari, dialoghi incalzanti e mai scontati dove i luoghi comuni vengono enfatizzati e traslati in divertenti gag sino ad esorcizzare il maledicere, una fotografia che lascia senza fiato e svela luoghi, incantati, di una terra ancora da scoprire e dove ancora si parla una lingua non scritta ma che non lascia spazio a interpretazioni, così è e così dev’essere.

Dopo una serie di vicissitudini rocambolesche i personaggi, le cui vite si intrecciano, quasi per caso o per magia, non finiscono mai di stupire per la genuinità e autenticità dei ruoli che in verità celano la storia di un popolo autentico e baluardo dei “vinti”.

l’uomo che comprò la luna_ph Francesca Ardau

Godiamoci dunque questa storia stralunata dove una coppia di agenti segreti italiani (Stefano Fresi e Francesco Pannofino) riceve una soffiata dagli Stati Uniti: pare che qualcuno, in Sardegna, sia diventato proprietario della luna. Il che, dal punto di vista degli americani è inaccettabile, visto che i primi a metterci piede, e a piantarci la bandiera nazionale, sono stati loro.

L’uomo che comprò la luna_ph Francesca Ardau

Per scoprire, dunque, chi ha comprato la luna, i due agenti reclutano un soldato (Jacopo Cullin) che, dietro il falso nome di Kevin Pirelli e un marcato accento milanese, nasconde la propria identità sarda, si chiama infatti Gavino Zoccheddu e la Sardegna, anche se lo ignora, ce l’ha dentro. Per compiere la missione e trasformarlo in un vero sardo viene ingaggiato un formatore culturale sui generis (Benito Urgu).
La trama si infittisce e non rimane che scoprire chi ha comprato la luna e perché.

Assolutamente da non perdere!

L’UOMO CHE COMPRÒ LA LUNA di Paolo Zucca
Italia-Albania-Argentina, 2018, 102, distribuito da Indigo Film
Uscita: 2 maggio

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.