I magnifici fallimenti di Oliviero Toscani al MAR di Ravenna

0
282

Negli anni ’80 la pubblicità in Italia era il paradiso. Case accoglienti e luminose, automobili luccicanti, vestiti eleganti e mamme sorridenti che ogni giorno ti davano una merendina nuova. In questo stucchevole contesto esplode, anticonformista e provocatorio fino ad essere urticante, il fenomeno Oliviero Toscani. Con la ventennale campagna realizzata per Benetton, il ruvido e sovversivo fotografo contraddice la regola-base dell’advertisement: mai collegare il tuo prodotto ad un’immagine negativa… E rovescia il tavolo, piazzando, negli indorati spazi pubblicitari, fotografie dissacranti, irriverenti, scioccanti. Che raccontano i problemi sociali e la cruda realtà, e toccano i nervi scoperti della cultura moralista e benpensante. Gioca coi tabù, Toscani. Il razzismo, il sesso, la religione, il trauma della nascita, l’angoscia della morte, la fame, la guerra, l’AIDS, in una escalation di temi che lui affronta con il cinismo dello scienziato e la comprensione dell’umanista. E noi scopriamo che certe immagini, a cui nella cronaca siamo abituati, una volta trasferite nella cornice dello spazio pubblicitario, ci colpiscono come un pugno allo stomaco… Naturalmente sono scandali a ripetizione, collezioni di proteste, denunce e censure. Nel ’91 la famosa fotografia del Bacio fra prete e suora viene censurata il giorno stesso dell’affissione, ma finisce su tutti i giornali del mondo e a Londra vince il prestigioso Eurobest Award. Oggi, possiamo dire che il suo lavoro è entrato nella storia – non solo dell’advertisement – e che certamente ha stimolato l’opinione pubblica e scosso le coscienze di diverse generazioni, in tutto il mondo. Oltre ad una carrellata sul suo percorso professionale, la mostra presenta il progetto La Razza Umana (una serie di ritratti in grande formato in cui l’autore mette a fuoco le differenze dell’umanità e la bellezza che ne deriva), il focus Newyorchese (con scatti degli anni ’70 che ritraggono Andy Warhol, Mick Jagger, Lou Reed ed altri), ed alcuni video di approfondimento.

Roberto Ossani

Fino al 30 giugno, Oliviero Toscani – Più di 50 anni di magnifici fallimenti, MAR, Ravenna, via di Roma 13. Info: mar.ra.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.