Cesena in Fiera tra musica, gastronomia, spettacoli e arte

0

Dal 21 al 24 giugno nel centro storico torna Cesena in Fiera, quattro intere giornate dedicate al santo patrono della città con un ricco cartellone di eventi dalla gastronomia agli spettacoli dal vivo, dalle mostre all’arte, dalla storia al recupero di tradizioni popolari; il tutto immerso nell’ormai caratteristico e tradizionale profumo di aglio e lavanda.

Le bancarelle di cibo, artigianato e vivaisti si dislocano per tutte le strade del centro creando un percorso ad hoc per i partecipanti che potranno perdersi tra le numerose proposte offerte. In corso Garibaldi e corso Mazzini ritornano gli stand della Campionaria, mentre le vie Battistini e Battisti ospitranno numerose bancarelle di artigianato e vivaisti. I punti ristoro sono sparsi in varie zone e le vie della Magia, nei dintorni di piazza Amendola, in Piazza della Libertà con Il Pesce Fa Bene…ficenza in Piazza della Libertà e i numerosi street food e food truck dislocati in viale Mazzoni, Piazza della Birra e piazza Bufalini. In piazza Aguselli invece si dà maggiore spazio alla tradizione grazie al villaggio Romagna, con proposte di piatti tipici e ballo.

Cesena in Fiera non è però solo buon cibo, ma anche buona musica: ogni piazzetta della città si anima d’iniziative e spettacoli, valorizzando gli spazi più nascosti e costringendo cesenati e turisti alla loro riscoperta. In piazza Bufalini, dal 21 al 24 giugno, dalle 18.30, Elio, storico protagonista del Velvet, anima la Piazza con il suo dj set: musiche, ricordi e sogni dei decenni passati. A seguire, dalle 21.30 si succedono quattro mini band: i Brutti Sbarbi Sanitari, una formazione di medici ed infermieri cesenati che suona un repertorio di blues e country rock (21 giugno); il gruppo Noi Duri (Italian Swing e Carosone – 22 giugno); i The Silver Combo con il loro Rock’n’Roll e Rhytm and Blues (23 giugno); e si chiude con il jump, Swing e Manouche dei Ring Of The Swing (24 giugno). Spazio alla musica anche al Baricentro, in Piazza Amendola, dove affianco a freschi pestati e sushi si esibiranno i Bocanegra di Sasso Battaglia (21 giugno), con le loro fusioni di blues, ritmi beatbox ed hip hop, e i Cumbia Poder di Carlo Forero che nelle tre serate successive proporranno musiche tradizionali colombiane, cubane ed argentine e l’allegria della cumbia. Nell’ambito musicale si inserisce anche la 18a edizione “Cesena In Coro”, la rassegna di Canto Corale che sabato 22 giugno alle ore 21 nella Chiesa di San Rocco vede esibirsi diversi cori, tra cui, oltre ad Alio Modo Canticum, anche il Faith Gospel Choir di Carpi.

Accanto alla musica un pizzico di magia con Le Vie della Magia popolate di cartomanti, oroscopi, speziali, bottegai, artisti, musici e cibi di strada, che a partire da Piazza Amendola si diramano nei vicoli vicini. All’ingresso della Piazza, i partecipanti incontreranno un artigiano speciale, Fabiano Sportelli, che con i suoi fischietti creativi inventa suoni ed emozioni fatti di ceramica. Le cartomanti sono disposte a partire dalle ore 18 in via Righi, via Albizzi, Vicolo Caporali e via della Pescheria, mentre Piazza Amendola, la notte del 23 giugno dalle ore 18, ospiterà la Confraternita della Fenice e i suoi racconti delle Streghe ad San Zvan: storie di antichi misteri, erbe magiche, amuleti, incantesimi, riti benaugurali, stregoneria, inquisizione, processi e roghi. Dedicata al tema della magia è anche la mostra “Magia dell’Arte Manuale”, allestita in via Verzaglia, lungo la quale diversi artisti talentuosi mostreranno la loro arte.

Cesena in Fiera fa da sfondo anche a numerose altre iniziative, come quella di Cortili Aperti, l’ormai tradizionale rassegna presso il chiostro dell’ex Roverella dove per l’occasione vengono proposte tre giornate di musica, appuntamenti per bambini e la Mostra fotografica “Immersi”, la Via delle Stelle.Tra gli spettacoli, sabato 22 giugno alle ore 21 la Corte ospiterà “Risate con… Maria Pia Timo” che racconta storie della città di Faenza. A seguire, domenica 23 giugno si terrà il concerto di musica argentina con Ema Yazurlo y Quilombo Sonoro, mentre lunedì 24 giugno quello della 3monti Band, l’Orchestra di Montiano.

Tra le iniziative collaterali si ricorda anche Poeti a San Giovanni, la manifestazione dedicata ai poeti romagnoli: venerdì 21 giugno, il Salone di Palazzo Ghini ospiterà a partire dalle ore 21.15, un omaggio a Bruchin, poeta dialettale di piazza vissuto dal 1879 al 1953, e le cui opere saranno lette da Ilario Sirri, Franco Casadei e Sergio Lucchi. Nel corso della serata verrà presentata anche la raccolta “Donna di mare” di Franco Casadei. Poeti a San Giovanni inaugura anche il ciclo di appuntamenti proposti dalla Festa della Famiglia Diocesana, che prosegue sabato 22 alle 21 al Chiostro di san Francesco con lo spettacolo “Giuseppe il misericordioso” con l’attore Pietro Sarubbi.

Per finire, sabato 22 e domenica 23 giugno Il Vicolo Interior Design propone “Milonga in Vetrina”, una performance collettiva di tango argentino curata dall’Associazione HoTango, con la regia di Agnese Franceschi e Christian Santi e con il contributo artistico del coreografo argentino Leonardo Cuello. In vista di questa speciale occasione, al numero 16 di Via Carbonari viene ricreato lo spaccato di un tipico locale da ballo argentino. Presso Il Vicolo si potrà poi partecipare alle presentazioni dei libri “La vera storia del Fischietto di San Giovanni” di Gabriele Papi (venerdì 21 giugno) e “Il Pacifista” di Francesco Gabellini (lunedì 24 giugno). Trattandosi di una galleria, non mancherà neanche un’esposizione artistica allestita al numero 6 di Contrada Chiaramonti: “Keramikos” è dedicata ad otto artisti che realizzano le loro visioni attraverso opere fatte di “terra”, rinnovando la tradizione antica della ceramica.

A questa si aggiungono altre due esposizioni: “Storie di Calcio” allestita nella Pescheria e ispirata al Campionato Europeo Under 21 di Calcio, che vede in esposizione diversi cimeli, curiosità e documenti relativi alle tre Nazionali,Francia, Inghilterra e Romania, che giocheranno allo Stadio Manuzzi; la seconda dal titolo “Estati di Cinema Italiano. Da Visconti a Sorrentino” verrà inaugurata venerdì 21 giugno alle ore 17 presso la Galleria del Ridotto e raccoglie reperti fotografici che documentano come il nostro grande cinema ha raccontato l’estate. Infine, nella Chiesa di S. Agostino l’Adarc i visitatori potranno trovare “Un tocco di rosso”, un omaggio al colore di uno dei simboli della Fiera: il fischietto di zucchero rosso. Saranno presenti le opere inedite di 45 artisti; pittori, fotografi, scultori e mosaicisti; tutti provenienti da Cesena e dintorni.

Dal 21 al 24 giugno, Cesena in Fiera, Cesena centro storico – info: www.cesenafiera.com, www.comune.cesena.fc.t/cesena/turismo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.