Donne e violenza di genere: una rassegna sulle protagoniste del grande schermo

0
98

Donne forti e coraggiose. Donne che lottano, che non si arrendono. Donne che soffrono anche, perché l’annullamento della differenza di genere è purtroppo ancora un’utopia. Sono queste le nuove protagoniste del grande schermo: sempre di più i registi scelgono protagoniste in grado di dominare la scena. Dedicata a loro è la nuova rassegna cinematografica, prevista all’interno del progetto Insieme contro la violenza II – Verso una cultura della parità di genere, promosso dall’Unione Rubicone Mare.

La rassegna, che ha come obiettivo quello di fornire una riflessione intorno ai temi della violenza di genere, prende il via giovedì 24 ottobre nella Multisala Abbondanza di Gambettola, dove alle ore 21 verrà proiettato il film Le invisibili di Louis Petit (2018). Monique, Chantal, Audrey ed Hélène sono assistenti sociali dell’Envol, un centro diurno che fornisce assistenza alle donne senza fissa dimora. In seguito alla decisione del Comune di chiudere il Centro, le quattro protagoniste non riescono ad abbandonare le loro assistite, avendo a cuore i loro problemi e la loro sorte. Danno così il via a un’attività illegale che le permette di tenere aperta la struttura mentre cercano di trovare lavoro a tutte le donne che hanno chiesto loro aiuto. Una storia che, tra diverse difficoltà e problemi personali, dimostra come l’amicizia, la solidarietà femminile e la fiducia siano gli ingredienti necessari per riuscire a salvare delle vite.

La rassegna continua sabato 16 e domenica 17 novembre spostandosi a Savignano sul Rubicone con Tonya di Craig Gillespie(2017). Il film biografico segue la vita di Tonya che, fin dalla più tenera età, spicca per il suo grande talento per il pattinaggio artistico sul ghiaccio. Tra insuccessi e successi, sofferenze e soddisfazioni, Tonya realizzerà il suo sogno di esseere la prima donna in grado di portare a compimento un triplo axel. Tuttavia presto ogni cosa andrà in frantumi: complice di un incidente che ha coinvolto la sua rivale, Tonya perderà tutto ciò che ama di più.

Si resta a Savignano anche per il weekend successivo di sabato 23 e domenica 24 novembre con la proiezione di La donna elettrica di Benedikt Erlingsson (2018). Halla appare una perfetta cinquantenne irlandese: la sua vita quotidiana appare tranquilla, divisa tra le consuete attività e la direzione di un piccolo coro. Insospettabile dunque la sua seconda identità: una ecoterrorista, ricercata dal governo e dalla stampa per i numerosi sabotaggi ai danni delle multinazionali siderurgiche. Sono ormai quattro anni che Halla conduce questa doppia vita quando, inaspettatamente, riceve una notizia: la sua richiesta di adozione è stata accettata e presto diventerà la madre di una piccola bambina ucraina.

La rassegna si chiude invece a Longiano con un appuntamento dedicato agli studenti delle scuole primarie di secondo grado: lunedì 25 novembre saranno loro gli spettatori di Dilili a Parigi di Michel Ocelot. La Parigi della Belle Époque fa da sfondo alla storia di Dilili, una piccola kanak meticcia giunta nella capitale francese dalla Nuova Caledonia. A Parigi incontrerà il giovane Orel, un facchino affascinante e gentile, con il quale darà il via a un’indagine sui cosiddetti Maschi Maestri e sul misterioso rapimento di un gruppo di ragazze.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.