LA GRANDE LETTERATURA SUI PALCHI DI AGORÀ

0

Grandi testi della letteratura sono la fonte d’ispirazione di diversi spettacoli in cartellone ad Agorà, articolato progetto diffuso nei teatri di otto comuni dell’Unione Reno Galliera nell’Area metropolitana di Bologna. In scena le migliori compagnie di contemporaneo. La Scimmia è la potente riscrittura di Giuliana Musso de Una Relazione per un’Accademia di Kafka (8/11, Teatro Alice Zeppilli Pieve di Cento). In Shakespearology, il nuovo spettacolo della compagnia fiorentina Sotterraneo, premio Ubu 2018, rievoca il Bardo in persona in un one-man show che ribalta i ruoli abituali (11/1, Teatro Biagi D’Antona Castel Maggiore). Ottocento è un viaggio con Elena Bucci e Marco Sgrosso de Le Belle Bandiere attraverso un secolo pieno di fascino e di trasformazioni, di romanzi indimenticabili, di personaggi emblematici (1/2, Teatro La Casa del Popolo Castello d’Argile). La compagnia ravennate Fanny & Alexander è in scena con Se questo è Levi, maratona teatrale in tre tappe sull’opera di Primo Levi eccezionalmente allestita nelle sale del Castello di Bentivoglio/Istituto Ramazzini. (16/2, 23/2, 1/3; repliche ore 17, 18 e 19). Un’esperienza insolita è quella che il pubblico è invitato a vivere con lo spettacolo in prima nazionale, Bestiario Immaginato. Incontri con creature mai toccate dalla luce del sole del Premio Ubu Francesca Mazza e del Teatrino Giullare: è un percorso teatrale per due spettatori alla volta, ideato appositamente all’interno del Museo Casa Frabboni di San Pietro in Casale in cui attraverso il tatto, l’udito, il gusto e l’olfatto vengono sollecitate curiosità, stupore, inquietudine, emozioni (5-6/12 dalle ore 17 alle ore 22; 8/12 dalle ore 15 alle ore 21). In Primi passi sulla Luna il 50° anniversario dell’allunaggio è l’occasione per Andrea Cosentino, Premio Speciale UBU 2018, di reinterpretare questo grande passo per l’umanità con uno stile ironico e tagliente, (16/11 ore 21 -Teatro di Argelato). Anna Amadori e il drammaturgo Fabrice Melquiot presentano I girasoli, dall’omonimo testo di Melquiot in cui si evince il talento del drammaturgo francese di far coincidere comico e tragico e sovrapporli come specchi riflessi (23/11, Casa del Popolo, Castello d’Argile). Un gioco divertente e appassionante è L’Asta del Santo – Un mercante in fiera sulle vite dei santi! de Gli Omini, compagnia teatrale toscana con cui il pubblico festeggerà il passaggio all’anno nuovo (30/12, Teatro Biagi D’Antona, Castel Maggiore). In occasione della Giornata della Memoria, Marta Cuscunà è in scena con È bello vivere liberi, da lei ideato, scritto, diretto e interpretato, che si ispira alla biografia della partigiana Ondina Peteani che a soli 17 anni partecipa attivamente alla lotta antifascista. Un successo del teatro con cui la Cuscunà ha vinto il Premio Scenario per Ustica 2009 (31/1 matinée per le scuole e ore 21 Teatro Biagi D’Antona, Castel Maggiore).

Fino al 23 maggio, Agorà, Castel Maggiore, Argelato, Castello d’Argile, Pieve di Cento Bentivoglio, Galliera, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale, ore 21. Info: 333 8839450, stagioneagora.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.