BOOMing tra ambiente e femminismi: la nuova fiera di arte contemporanea al DumBO

0

L’ambiente e i femminismi sono le tematiche cardine che tratteggiano BOOMing Contemporary Art Show, la nuova fiera d’arte contemporanea in programma a Bologna durante l’Art Week 2020, da giovedì 23 a domenica 26 gennaio, negli spazi di DumBO, con il titolo Emergenze.

Emergente non si riferisce a un dato anagrafico, come spiega la direttrice artistica Simona Gavioli, ma all’”emergenza, quindi, necessità, urgenza, ma anche un momento di criticità foriero di cambiamenti”.

Sono 30 le gallerie nazionali e internazionali protagoniste di BOOMing e gli artisti selezionati, legati dal fil rouge di un’arte necessaria, portatrice di cambiamento, che si pone criticamente di fronte al momento storico che viviamo, dominato dalla velocità e da uno sviluppo tecnologico che sembra risucchiarci.

BOOMing, prodotto da Doc Creativity, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna, si articola in due sezioni principali, Main Section e Solo Show.

Il progetto Main Section si concentra sulla salvaguardia ambientale con opere legate a una delle questioni scottanti della nostra attualità, la natura in pericolo, la fragilità della bellezza del nostro pianeta.

Protagoniste della sezione Slow Show, dedicata ai femminismi, sono invece alcune grandi donne del panorama artistico internazionale, un militante come Letizia Battaglia (alberto damian | a gallery without walls), l’argentina Silvia Levenson (BI-BOx Art Space) e la francese MadMeg (Gasparelli Arte e D406 Arte Contemporanea).

A dare il benvenuto ai visitatori all’ingresso della fiera sarà una monumentale opera di arte e tecnologia, Per farla finita con il giudizio di Dio, l’installazione del giovane artista Leandro Summo: un braccio meccanico altamente tecnologico – creatura e creatore al tempo stesso, estensione della mente e del corpo dello scultore – che scolpisce un enorme blocco di polistirolo, materia da cui prenderanno forma figure umane, una riflessione sui processi creativi dell’uomo.

Tra i tanti anche un grande nome del panorama bolognese, più conosciuto per la sua musica, Luca Carboni, che per la prima volta mostrerà i suoi lavori nella personale Cattedrali erranti a cura di Maria Letizia Tega, allestita nello spazio “Via Casarini, 7”, così chiamato in omaggio alla strada che ha dato i natali all’artista e che oggi ospita BOOMing.

E ancora Oxigen Creatif – Vibra, spazio contemporaneo di idee, dedicato alle attuali tecnologie di architettura, design e ingegneria a impatto ambientale zero.

Sempre nel solco tracciato dall’attenzione all’ambiente, all’interno del programma è presente anche PLASTICAd’A-MARE, il primo eco festival plastic free protagonista dell’Estate Romana 2019, che porterà all’attenzione del pubblico di BOOMing il tema dell’inquinamento da plastica a discapito dei mari. Cosima Montavoci, vincitrice della Call for Artists lanciata dalla manifestazione, esporrà le sue opere frutto di una complessa ricerca sul riuso dei rifiuti e una realizzazione live di un’opera site specific.

Fiera d’arte e molto altro, BOOMing presenta anche una selezione di progetti, eventi, spazi speciali e premi, insieme a due mostre off realizzate in collaborazione di Galleria Cavour Green e Palazzo Boncompagni.

Da segnare in agenda, sabato 25 gennaio, dalle ore 19.00, l’evento speciale in compagnia degli street artist Corn79 (Il cerchio e le gocce) e Kiki Skipi che si esibiranno in un live painting.

E ancora un’intera area al servizio delle professionalità del mondo dell’arte, DOC30, un luogo aperto e di scambio, pensato con e per le professioni, per gli artisti, i galleristi e per un pubblico più ampio di curiosi.

Non mancheranno poi i premi: in collaborazione con l’Associazione Tiziano Campolmi sarà infatti assegnato l’omonimo Premio Tiziano Campolmi ed è già possibile partecipare alle votazioni on line, attive sui social fino alle ore 24.00 del 25 gennaio.

Da non perdere, infine, le due esposizioni off, entrambe a cura di Simona Gavioli e Camilla Nacci, con la collaborazione di Cellar Contemporary di Trento. Galleria Cavour Green ospiterà Le forme della materia dell’artista David Aaron Angeli, mentre a Palazzo Boncompagni ci si potrà immergere ne Il giardino abitato di Margherita Paoletti.

L’attenzione per l’ambiente si conferma inoltre in altre iniziative avviate, come la collaborazione con Mobike e i laboratori green per i bambini.

Una fiera dall’anima verde, questa prima edizione di BOOMing, come rivela l’immagine scelta dalla manifestazione: il fiore della cipolla, dalla forma sferica; pianta che dà vita al frutto solo dopo aver concentrato e raccolto tutte le sue forze, e che nella sua semplicità nasconde sapori e odori sempre nuovi.

SILVIA MERGIOTTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.