Ghost Horse all’Area Sismica

0
foto Emanuele Meschini

Ghost Horse è un viaggio collettivo di ricerca, un’esplorazione, la cui direzione musicale è determinata dalla somma delle decisioni di ogni singolo musicista in una rete di relazioni che privilegia la cooperazione, senza però disdegnare il naturale prodursi del confitto.
Partendo da un humus fatto di poliritmie latine e africane, Ghost Horse tesse un ecosistema oscuro e complesso che digerisce, scompone e ricombina elementi di free jazz, hip hop e loop music. Il risultato e’ qualcosa di affascinante ma velatamente minaccioso, che vibra e respira con quella forza palpabile che percepiamo nei luoghi in cui la natura rigogliosa riprende possesso degli edifici abbandonati.
Dan Kinzelman è una figura centrale nella scena musicale creativa fiorita in Italia, molto richiesto sia come capofila che come solista. Cofondatore di Hobby Horse e della sua versione ampliata, Ghost Horse, fa regolarmente tournée con Simone Graziano Frontal e il suo quartetto di fiati sperimentale Dan Kinzelman’s Ghost, esibendosi in alcuni dei luoghi più prestigiosi d’Europa. Dal 2016 collabora con il coreografo italiano Daniele Ninarello come compositore (STILL, Pastorale) e performer (Kudoku). Insegna sassofono, improvvisazione e interazione in piccoli gruppi al programma di master di Siena Jazz e lavora regolarmente come docente ospite in università e conservatori in Europa e negli Stati Uniti.
Filippo Vignato è stato selezionato dalla principale rivista jazz italiana come “Miglior nuovo talento” nel 2016 in seguito all’uscita del suo Plastic Breath. Il suo ultimo disco, Ghost Dance, è stato registrato in duo con il violoncellista Hank Roberts.
Glauco Benedetti grande virtuoso della tuba, attualmente è attivo a livello internazionale con progetti come “Yellow Squeeds” di Francesco Diodati, “Bread & Fox” di Piero Bittolo Bon, Zoe Pia “Shardana”, Lydian Sound Orchestra e altri progetti.
Gabrio Baldacci è leader del Gruppo Formica. La sua chitarra presta grinta e sostanza a molti progetti dell’underground jazz/rock italiano. Il suo ultimo disco come leader vede Tim Berne nel sax contralto.
Joe Rehmer è nato a Woodstock, Illinois, ma vive in Italia dal 2010. È membro fondatore di Hobby Horse, Ghost Horse e Drive!.
Stefano Tamborrino è completamente autodidatta e il suo insolito background lo ha portato a sviluppare un approccio estremamente originale e non convenzionale alla batteria. Negli ultimi anni ha iniziato a eseguire le sue composizioni con progetti come Don Karate e Seacup, nonché progetti collettivi Hobby Horse e Ghost Horse.

Domenica 26 gennaio, Forlì, Area Sismica, Ravaldino in monte, ore 18, via Le Selve 23, Info@areasismica.it
Area Sismica è un circolo arci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.