La Locandiera, un classico al Teatro della Regina

0

L’Epifania decreta la fine delle feste natalizie, ma anche il nuovo inizio delle stagione teatrali, che riprendono le loro programmazioni aprendo le porte del teatro al pubblico del nuovo anno. Il Teatro della Regina di Cattolica saluta questo 2020 con un grande classico della drammaturgia italiana: giovedì 9 gennaio alle ore 21.15 andrà infatti in scena la Locandiera di Carlo Goldoni, nella forma conferitagli dall’adattamento di Francesco Niccolini, che propone un linguaggio più aggiornato e uno scavo psicologico dei personaggi più approfondito. La direzione della frivola ma ingegnosa Mirandolina, la protagonista interpretata da Amanda Sandrelli, spetta a Paolo Valerio, così come anche quella degli altri attori in scena: Alex Cendron (Cavaliere), Giuliana Colzi (Dejanira), Andrea Costagli (Marchese), Dimitri Frosali (Conte), Massimo Salvianti (Fabrizio), Lucia Socci (Ortensia).

La storia è nota ai più: la locanda di Mirandolina a Firenze è il luogo di incontro di una serie di personaggi: un marchese caduto in rovina, un ricco volgare, un cavaliere misogino, due pessime attrici, un servo innamorato della sua padrona. Ognuno a suo modo è impegnato ad esprimere al meglio l’essere toscano, attraverso debolezze, contraddizioni ma anche inganni e violenze. Ciò che condividono è un gravitare costante attorno alla figura della protagonista. Il cavaliere è la vittima prescelta di Mirandolina: un seduttore arrogante che tratta male le donne merita di essere umiliato, se non fosse che la stessa locandiera rischia di cadere nella sua stessa trappola, innomorandosi di lui.

Ciò che però ha fatto la fortuna dell’opera di Goldoni è senza dubbio la sua protagonista, Mirandolina: un nome dolce che trae in inganno, come suggerisce il suo stesso autore. La bambina orfana è divenuta una donna piena di energia, costantemente felice ed estremamente esuberante, ma è anche dotata di un carattere particolarmente forte, abituata a lottare per il suo lavoro e per la sua dignità in quanto donna, a difendersi e soprattutto a comandare. Ad interpretarla sul palco è Amanda Sandrelli, figlia di Stefania con la quale ha debuttato al cinema in L’attenzione. Compare successivamente nel film di Massimo Troisi, Non ci resta che piangere e duetta con il padre Gino Paoli nella canzone La bella e la bestia tratta dall’omonimo film prodotto dalla Walt Disney Pictures. La sua carriera continua nel cinema con la fiction Io e mamma e il primo film da regista di sua madre, Christine Cristina. Nel 2004 ha debuttato come regista con il cortometraggio Un amore possibile e nel 2007 ha realizzato anche il documentario Piedi x terra. A teatro a lavorato come regista per lo spettacolo de Il piccolo principe (2016).

Giovedì 9 gennaio, Locandiera, Teatro della Regina Cattolica, ore 21.15 – info: 0541/966778 – e-mail: info@teatrodellaregina.it; teatrodellaregina.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.