Per la ragione degli altri, riscritture pirandelliane

0
113

Come accade per tutti i grandi classici del passato, non esiste contemporaneità che sia in grado di ucciderli: in qualche modo essi continuano a parlarci e a dirci qualcosa di noi, del nostro mondo e della nostra vita presente. Questo accade anche, e soprattutto, con gli scritti teatrali di Pirandello: è sufficiente una riscrittura, un’attualizzazione scenica e linguistica, pur mantenendo intatta storie, personaggi e ruoli. Questo accade a La ragione degli altri che giovedì 23 gennaio al Salone Snaporaz di Cattolica diventa Per la ragione degli altri – Un tradimento di Pirandello, realizzato a quattro mani da Michele Di Giacomo, anche regista, e Riccardo Spagnulo, che cura la drammaturgia.

Le tematiche e i personaggi restano invariati: un uomo e due donne, una moglie milionaria e l’altra amante. L’uomo è un giornalista in un quotidiano di provincia, impegnato nel trovare risposta ad un’inchiesta su cosa sia la famiglia. Nel frattempo, il suo tradimento viene alla luce ed egli è chiamato a scegliere tra le due famiglie che si è costruito. In questa riscrittura, i tre personaggi interpretati da Giorgia Coco, Michele Di Giacomo e Valeria Perdonò, perdono i loro nomi propri, restando semplici ruoli, involucri vuoti che rappresentano dei posti fissi occupati all’interno della Società. Marito, Moglie e Amante raccontano la loro vita davanti alla comunità che è il pubblico e ad esso cercano di nascondere e i propri segreti e, una volta svelati, spiegano le proprie ragioni.

Regrediti a semplici ruoli e maschere, Marito, Moglie e Amante portano sul palco i rapporti della famigli italiana di tutti i tempi, passata e contemporanea. Ruoli in cui si sentono stretti, ma comunque in qualche modo appagati. Anche il pubblico è chiamato a prendere parte a questo gioco di ruoli, interpretando gli Altri che come quelli sul palco sono allo stesso tempo carnefici e vittime.

Le tematiche trattate e il lavoro di elaborazione del testo svolto da Per la ragione degli altri – Un tradimento di Pirandello rientra alla perfezione nell’insieme di progetti che a partire dal 2015 la compagnia Alchemico Tre di Cesena porta avanti grazie all’iniziativa di Michele Di Giacomo. Come ogni volta, sul palco si dispiegherà un teatro che è racconto di vita, dove passato e presente, realtà e finzione si intrecciano in maniera indissolubile.

Giovedì 23 gennaio, Per la ragione degli altri –  Un tradimento di Pirandello, Salone Snaporaz Cattolica, ore 21.15 – info: 0541/960456, info@teatrodellaregina.it; teatrodellaregina.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.