61° Premio Faenza Talks, il secondo incontro

0
Panikanova Ekaterina "Attraversando il mio giardino"

In arrivo il secondo appuntamento con61° Premio Faenza Talks”, le dirette social del MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza che presentano le opere selezionate al Concorso Internazionale della Ceramica d’arte Contemporanea – Premio Faenza. Giovedì 21 gennaio alle ore 16 i canali Facebook e Youtube del Museo ospiteranno l’incontro tra Irene Biolchini, guest curator MIC Faenza, con gli artisti Victor Agius, Frank Louis, Ekaterina Panikanova e T-yong Chung.

Victor Agius presenta Earth Rituals, un gruppo di sculture in ceramica organica e informe che emergono da un assemblaggio circolare di terrarossa rosso ocra: l’argilla e i mattoni di cemento si uniscono nel farsi simboli di un mondo moderno, portando in evidenza l’esistenza fragile dell’uomo nell’Antropocene. Un’altra grande opera che parla dell’essere umano e del suo rapporto con la terra e con il suo consumo per ragioni spirituali, ritualistiche e quotidiane.

Plummet è invece il progetto artistico di Frank Louis selezionato per il 61° Premio Faenza: un’opera che provoca emozioni contrastanti rappresentate da differenti oggetti uniti insieme. L’argilla è il materiale preferito da questo artista perché si può trasformare facilmente assumendo infinite forme differenti. Se a questo materiale si aggiunge un’accurata ricerca sul colore e sullo smalto si è in grado di raggiungere una grande espressività.

Ekaterina Panikanova partecipa al Premio con Attraversando il mio giardino, un repertorio di ricordi dell’infanzia dell’artista dove cultura e natura si fondono tra loro. Un’opera che è un’ulteriore conferma della capacità dell’artista di servirsi di diversi media per portare avanti una profonda riflessione psicologica, fondata sugli archetipi e sulla potenza del ricordo e della memoria, individuale e collettiva.

Infine, T-yong Chung presenta People around the column: l’opera si compone di alcune colonne create al tornio, tecnica che per l’artista rimanda a un tempo antico, trasversale alle epoche e ai luoghi. Per questo motivo alla sommità di ciascuna colonna è posto un busto di un personaggio proveniente da epoche diverse, che risultano così legate tra loro.

Il calendario degli appuntamenti di gennaio continua giovedì 28 con Judith Schwartz, professoressa della New York University, e gli artisti Jacqueline, Bean Finneran, Noemi Iglesias Barrios, Fausto Salvi e Helmie Brugman.

info: micfaenza.org/itfacebook.com/micfaenzayoutube.com/user/MICFaenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.