Playlist, l’iniziativa digitale di Arte Fiera

0
Dalla sezione
Dalla sezione "In galleria": la mostra personale di Shafei Xia dal titolo "Welcome to my show" presso P420 a Bologna

Playlist è il titolo del nuovo progetto online di Arte Fiera, la famosa rassegna bolognese dedicata all’arte che si tiene tutti gli anni a fine gennaio e che quest’anno è stata cancellata a causa dell’emergenza sanitaria. Playlist è stata la risposta a questa situazione anomala: un’iniziativa digitale che si è tenuta dal 21 al 24 gennaio e i cui contenuti sono ancora disponibili sul sito di artefiera.it.

Playlist ha coinvolto una serie di personalità della cultura, invitando a creare una propria “lista dei preferiti” da condividere con il pubblico. Sono stati così invitati non solo critici, curatori e artisti, ma anche un regista, uno scrittore, un’esperta di editoria per ragazzi, una collezionista di moda e tanti altri. Il risultato è un progetto in grado di accogliere al suo interno le mostre d’arte moderna e contemporanea proposte dalle gallerie che hanno partecipato ad Arte Fiera 2020, ma anche conversazioni, film, libri che parlano di arte del presente e del passato.

Playlist si divide in più sezioni: in mostra, in libreria, in sala, in conversazione e in galleria. In mostra vede come protagonista Stefano Arienti che avrebbe dovuto prendere parte all’edizione 2021 di Arte Fiera. Non potendo realizzare il suo progetto originario, Arienti ha immaginato, in collaborazione con Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, un progetto digitale – disponibile fino a fine marzo – che esplora la collezione permanente del MAMbo, scegliendo un’ottantina di opere, dagli inizi del XX secolo ai giorni nostri.

I contenuti di In libreria sono invece disponibili fino a fine febbraio e contiene i consigli di lettura, in forma di podcast, di otto personalità d’eccezione: Paola Ugolini, Luca Lo Pinto, Tiziano Scarpa, Luca Scarlini, Beppe Finessi, Romeo Castellucci, Cecilia Matteucci e Elena Pasoli. Ciascuno di loro ha provato a rispondere alle domande “Che cosa vi piacerebbe vedere nel bookshop Corraini? Che titoli proporreste ad altri lettori, ugualmente appassionati d’arte?” realizzando una lista di cinque titoli, dando vita così a una biblioteca d’arte che conta quaranta consigli di lettura.

Il tradizionale programma di talk curato per Arte Fiera da Flash Art che ha avuto luogo online tra il 21 e il 24 gennaio è invece confluito nella sezione In conversazione in forma di video disponibili sul canale YouTube. In questo ambito, alcune personalità si sono interrogate su temi e questioni del nostro tempo, immaginando nuovi scenari per il futuro. Con Luca Cerizza, Eva Fabbris e Italo Rota, moderati da Andrea Viliani, si parla del lascito intellettuale di Germano Celant; con Gea Politi e le designer Giulia e Camilla Venturini del brand Medea si discute dei legami fra arte e moda; Stefano Boeri ed Emanuele Coccia, moderati da Cristiano Seganfreddo, affrontano il tema degli scenari post-Covid; e infine Anna Franceschini e Alessandro Bava, moderati da Vincenzo di Rosa, propongono un approfondimento attorno al concetto di display, in grado di accumunare diverse discipline.

Nel corso delle quattro giornate di Playlist, Arte Fiera ha anche collaborato con la Cineteca di Bologna e il suo direttore Gian Luca Farinelli che per ogni giorno ha proposto la visione di un documentario visibile gratuitamente in streaming. I film sono stati disponibili sono nei giorni e negli orari indicati, mentre oggi sulla pagina di Arte Fiera dedicata alla sezione In sala restano fruibili i trailer, le presentazioni e il dialogo che hanno accompagnato e seguito ciascuna visione.

In galleria è la sezione più vecchia del sito, nata lo scorso marzo come primo progetto digitale di Arte Fiera in risposta al lockdown: ogni settimana, sei espositori dell’edizione 2020 erano stati invitati a presentare la mostra allestita nei loro spazi. Con Playlist tutti gli espositori del 2020 sono tornati e hanno presentato contemporaneamente sul sito di Arte Fiera la loro mostra in corso, oppure l’ultima allestita, oppure ancora quella che stanno per inaugurare.

Info: artefiera.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.