La rassegna Mondovisioni torna al Kinodromo

0
Oeconomia di Carmen Losmann
Oeconomia di Carmen Losmann

A partire da lunedì 18 gennaio la rassegna Mondovisioni di CineAgenzia e Internazionale torna al Kinodromo per un appuntamento mensile online con alcuni grandi documentari. I film saranno visibili a offerta libera sulla piattaforma Vimeo a partire dalle ore 21 di ogni lunedì fino alla mezzanotte di martedì.

Cinque titoli, cinque appuntamenti, uno per ogni mese, accompagnati da presentazioni e dibattiti in diretta streaming sui canali social di Kinodromo. La rassegna ha inizio lunedì 18 gennaio con Oeconomia di Carmen Losmann, un’indagine che fa luce sulla struttura distruttiva del sistema economico capitalista contemporaneo, scomponendolo nelle sue regole esseniziali per mostrarne il funzionamento. Il documentario sarà presentata da alcuni alcuni membri di Kinodromo, Gianluca Sala di Link Bologna – Studenti Indipendenti, Stefano Campanoni di CineAgenzia e Raimondello Orsini, docente del Dipartimento di Scienze Economiche dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

Il secondo appuntamento sarà lunedì 15 febbraio con il We Hold The Line di Marc Wiese, un documentario che raccontala lotta della giornalista e co-fondatrice del sito giornalistico Rappler Maria Ressa, attraverso le voci di vittime, oppositori ed esponenti delle milizie filogovernative.

Sempre di cronaca mondale si occupa Hong Kong Moments di Zhou Bing, in programma lunedì 15 marzo a due anni dallo scoppio delle proteste contro l’estradizione dei latitanti nel paese asiatico. Il documentario segue le vite di sette protagonisti, impegnati a fare i contri con i loro conflitti interiori, mentre per le strade si diffonde la violenza delle proteste che oppongono il movimento pro democrazia al governo della regione e alla polizia. Sette personaggi completamente diversi tra loro, ma ognuno portatore di speranze e di sogni.

Si continua lunedì 19 aprile con Reunited di Mira Jargil, la storia di una famiglia di profughi siriani i cui membri si trovano separati: la madre e il padre rispettivamente in Danimarca e in Canada, mentre i figli minorenni restano bloccati in Turchia. Un racconto di migrazione che racconta che cosa accade dopo le difficoltà del viaggio: una burocrazia kafkiana che rende impossibile una vita normale.

A chiudere la rassegna, lunedì 17 maggio, sarà Picture A Scientist di Ian Cheney, un vero e proprio manifesto per la parità tra i sessi nel mondo della ricerca. Le testimonianze della biologa Nancy Hopkins, della chimica Raychelle Burks e della geologa Jane Willenbring raccontano la condizione della donna nel campo della ricerca scientifica, portando in luce le attuali e velate forme di discriminazione sessista e le vere e proprie molestie sessuali.

info: facebook.com/Kinodromo, kinodromo.org/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.