Strade Blu celebra la sua ventesima edizione

0

Strade Blu festeggia quest’anno il traguardo della sua ventesima edizione e lo fa celebrando la musica dal vivo, i concerti, il realizzare dischi. Una nuova edizione che, dopo l’esperimento di Assembramenti, torna a guardare al panorama internazionale intrecciandolo con la scena locale, protagonista dell’esperienza dello scorso anno.

Strade Blu riprende così il filo degli anni passati, rinstaura legami e ripercorre discorsi lasciati a metà dopo l’interruzione dell’anno scorso. Ma non dimentica l’esperienza di Assembramenti e fa tesoro di quell’idea di far risuonare il mondo a casa propria. Ed è così che nasce un cartellone che intreccia diversi nomi, amici ormai dei festival, musicisti che hanno avuto il coraggio di portare avanti i loro progetti finalmente in uscita. Non mancherà inoltre, come ogni anno, la collaborazione con lo studio/etichetta/laboratorio L’Amor Mio Non Muore, di Carpena, e la Lombardi Amplificazioni di Castrocaro.

Ad inaugurare Strade Blu 2021 sarà, venerdì 2 luglio alle ore 19.30, Giacomo Toni che presenta il suo Ballate di Ferro in piazza Matteotti a Massa Lombarda, insieme a Roberto Villa, Nicola Peruch, Vince Vallicelli, Pepe Medri e molti altri. Si prosegue domenica 4 luglio a Modigliana, dove Francesco Fry Moneti e Gianluca Spirito dei Modena City Ramblers inaugurano il progetto Sentieri AgroUrbani presso l’Azienda Forestale Montebello. Ci si sposta successivamente a Brisighella, nell’anfiteatro Spada, con Hope di Marc Ribot e i Caramic Dog (16 luglio). La bella stagione, titolo dell’ultimo album di Don Antonio, sarà invece protagonista del palco di piazza Nenni a Faenza nella serata di giovedì 22 luglio. Le ultime due serata del mese di luglio vedranno invece come protagonisti Giulio Cantore, che presenta al Museo Carlo Zauli il suo progetto Pane – Di case e altre avventure (28 luglio), e Donato D’Antonio con il suo In Bilico, insieme a Vanni Montanari e Roberto Noferini al Giardino delle Albe di Modigliana (29 luglio).

Strade Blu continua nel mese di agosto spostandosi tra Alfonsine, Brisighella, Fusignano, Modigliana e Faenza e ospitando nuovi grandi nomi internazionali, come Chris Cacavas  feat.  Stephen Guardigli (5 luglio) e John Murry con il suo nuovo The Stars Are Gods Bullet Holes (27 agosto). Ad affiancarli i blues (entrambi su dischi in uscita) di Paolo Bonfanti e J Sintoni (12 luglio), gli omaggi da Morricone a Wenders con le letture scelte di Giulia Perelli (7 agosto) e a De Andrè da un’idea di Flavio Brighenti (18 agosto), mentre tornano anche Sam Paglia e Chicco Montefiori (24 agosto) e Don Antonio, insieme a Giacomo Toni, presenta Stagioni di Ferro in collaborazione con Scuola di Musica Sarti e L’Amor Mio Non Muore (22 agosoto).

Per finire, gli ultimi due appuntamenti nel mese di settembre saranno in compagnia di Ian Svenonius e Alexandra Cabral che presso l’Albergo Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo presentano The lost record, una performance fra musica e cinema (3 settembre), e di Chris Eckman che insieme a Žiga Golob e Blaž Celarec chiude il festival a Fusignano (4 settembre).

Info: 3200374633, www.stradeblu.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.