Visioni Italiane, il festival del Cinema Lumière

0

Dopo l’inaugurazione con Futura, il film di Pietro Marcello, Francesco Munzi e Alice Rohrwacher, la rassegna Visioni Italiane del Cinema Lumière di Bologna entra nel vivo con una programmazione di proiezioni fino al 31 ottobre.

Il Festival si compone di diverse sezioni, a partire dalle anteprime cinematografiche, nuovi film che giungono alla Cineteca freschi di produzione. Ci sono poi le sezioni dedicate ai film in concorso e fuori concorso per poi giungere a eventi speciali, Visioni Doc, dedicata ai documentari, Visioni Sarde, la sezione dedicata a film di autori e autrici sarde con degustazione di prodotti tipici, e a Fare cinema a Bologna e in Emilia-Romagna, dedicata invece ai film realizzati nel nostro territorio regionale.

Futura, l’inchiesta collettiva firmata da tre fra le più autorevoli voci del cinema italiano contemporaneo, resterà visibile ancora fino a mercoledì 27 ottobre: il film si pone l’obiettivo di esplorare l’idea di futuro di ragazze e ragazzi tra i quindici e i vent’anni incontrati nel corso di un lungo viaggio attraverso l’Italia, tratteggiando così il ritratto del paese osservato attraverso gli occhi di adolescenti che raccontano i luoghi in cui abitano, i propri sogni e le proprie aspettative tra desideri e paure. Martedì 26 ottobre sarà invece il turno de I giganti di Bonifacio Angius, che arriva in anteprima alla Cineteca direttamente dal Festival di Locarno (ore 20.30). Bonifacio Angius e gli interpreti Riccardo Bombagi, Stefano Deffenu, Michele Manca, Stefano Manca saranno presenti per presentare un film che vede al centro della narrazione quattro vecchi amici, ritrovatisi in una casa sperduta dove affiorano ricordi, fantasmi, tensioni, ferite che il tempo non ha ricucito.

Oltre a I gaganti, numerose sono le anteprime proposte da Visioni Italiane nel periodo della sua programmazione: mercoledì 27 ottobre sarà il turno del regista Dario Albertini e dell’attore Luciano Miele presentare il loro Anima Bella, seguito successivamente da Il Legionario di Hleb Papou, con ospiti in sala, oltre al regista, gli interpreti Maurizio Bousso e Germano Gentile e lo sceneggiatore Emanuele Mochi. Nella stessa giornata il regista Mounir Derbal presenterà il suo Nel Blu. Anche il documentario di Francesco Montagner, Brotherhood, incentrato sulla storia di tre giovani fratelli bosniaci rimasti soli dopo la condanna del padre per terrorismo, verrà presentato in anteprima dal suo regista al festival nella serata di sabato 30 ottobre. Infine, l’ultima anteprima in programma che chiude Visioni Fantastiche sarà quella di In Campo Nemico, il film di Fabio Bianchini, la storia della nascita di SupportoLegale, che diverrà uno degli attori principali nei processi del G8.

Info e programma completo: programmazione.cinetecadibologna.it/visioni-italiane-2021/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.