ScrivER, riflettere sulla scrittura per il cinema

0
Valia Santella, vincitrice del Nastro d'argento e del David di Donatello per Il Traditore di Bellocchio

Quando si guarda un film non sempre si pensa al lungo lavoro che ha portato alla realizzazione di quell’intreccio perfetto di immagini e suoni. Ma, come ogni altra opera dell’ingegno, anche il cinema parte da un’idea, spesso semplice, che acquisisce consistenza in un breve ma denso testo scritto. In un secondo momento e dopo un lungo lavoro di elaborazione questo soggetto si trasforma in sceneggiatura: una forma di scrittura precisa e distinta, complessa nelle articolazioni e nelle regole di redazione. È proprio a quest’ultima e ai suoi autori che Fondazione Fare Cinema insieme Associazione 100autori dedicano l’incontro ScrivER, una mattinata di confronto sul vasto e variegato mondo della scrittura per il cinema e le serie televisive in Emilia Romagna, che si terrà lunedì 20 dicembre presso l’Auditorium Damslab di Bologna a partire dalle ore 10.

Cosa significa svolgere il mestiere di sceneggiatore in Emilia Romagna? Quanto è importante la formazione in questo campo? E quali sono le opportunità formative offerte in regione? In che modo il territorio può influenzare le storie per il cinema? E come le storie possono ispirare, a loro volta, il territorio? Infine, di che distruzione e visibilità godono le opere realizzate sulla base di storie prodotte da autori emiliano romagnoli, dai festival alle sale cinematografiche? Queste sono alcune delle domande alle quali, nel corso della giornata, si cercherà di trovare risposta, all’interno di quattro panel. A guidare gli approfondimenti e le discussioni saranno alcuni protagonisti del mestiere quali gli sceneggiatori Grazia Verasani, Giampiero Rigosi, Valia Santella, vincitrice del Nastro d’argento e del David di Donatello per Il Traditore di Bellocchio, Michele Cogo, docente di Bottega Finzioni, Sofia Assirelli Margherita Ferri, Stefano Francia di Celle, storico del cinema e direttore del Torino Film Festival, Giacomo Manzoli, professore di Storia del cinema e Gianluca Farinelli, Direttore Cineteca di Bologna.

Questo spazio di riflessione e di confronto sarà ulteriormente arricchito dalla presentazione del nuovo Premio Sceneggiatura “ScrivER”: una prima edizione che mira a raggiungere tutti gli sceneggiatori cinetelevisivi residenti in Emilia-Romagna con l’obiettivo di valorizzare le risorse del territorio e favorire la nascita di un circuito tra le diverse maestranze, dentro e fuori la regione. Questo nuovo Premio non si offrirà solo come occasione per i nuovi talenti per emergere e farsi conoscere, ma anche come stimolo per i grandi e piccoli produttori invitati ad investire nelle risorse autoriali della nostra regione.

Infine, ma non meno importante, coloro che prenderanno parte all’incontro potranno essere i primi ad entrare a far parte di un censimento per i nuovi scrittori per il cinema: uno strumento per conoscere e valorizzare il nostro patrimonio culturale che verrà lanciato proprio nel corso del convegno e che mira non solo a raccogliere nominativi, ma anche a ricostruire un panorama di tendenze e novità all’interno della narrazione cinematografica.

Info e registrazioni: www.fondazionefarecinema.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.