Le voci dei libri, al via la rassegna letteraria

0

Le voci dei libri: un titolo suggestivo per una rassegna che vuole, a tutti gli effetti, lasciar parlare i libri e i loro autori all’interno di due grandi istituzioni dedite alla loro conservazione, la Biblioteca Salaborsa e la Biblioteca dell’Archiginnasio. La rassegna letteraria, curata da Librerie.coop e Coop Alleanza 3.0, è pronta a ripartire dall’11 al 29 gennaio. Tutti gli incontri saranno anche trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube di Bologna Biblioteche.

Si parte martedì 11 gennaio in Salaborsa con Nicola Gratteri e Antonio Nicaso che presentano il loro Complici e colpevoli. Come il nord ha  aperto le porte alla ‘ndrangheta, un volume che riflette su uno dei mali più diffusi della nostra società, le mafie, che negli ultimi sessant’anni hanno forse riposto le armi ma messo in campo altre strategie sottotraccia per infiltrarsi in maniera sempre più capillare nel tessuto socio-economico del nostro Paese. Un fenomeno pervasivo che non può e non deve più essere ignorato e che i due autori cercano di portare alla luce.

Venerdì 14 gennaio la Biblioteca dell’Archiginnasio ospiterà invece un grande nome del mondo dell’arte: Vittorio Sgarbi. Il noto critico e storico dell’arte presenterà al pubblico il suo nuovo libro, Raffaello. Un dio mortale, dedicato a uno dei grandi maestri italiani dell’arte. L’autore analizza alcune celebri opere dell’artista quali La Scuola di Atene e gli affreschi della stanza della Segnatura in Vaticano, lo Sposalizio della Vergine, l’Autoritratto, la Madonna del Cardellino, il Ritratto di Giulio II.

Dall’arte si passa poi allo sport: martedì 18 gennaio Sergio Scariolo sarà presente in Salaborsa per presentare il suo Uomo a tutto campo. Storie vincenti di un gestore di campioni, insieme a Emilio Marrese e Renato Villalta. In questo volume Scariolo racconta la propria storia, fatta di grandi vittorie, tra scudetti e coppe in Italia e Spagna, campione del mondo con la nazionale iberica, svariati premi da allenatore dell’anno e tanti altri successi. L’autore si mette così a nudo in una biografia che, tra vittorie, sconfitte, ricordi e racconti dallo spogliatoio, narra la sua grande esperienza internazionale.

Si torna poi all’arte con Arte, amica mia di Eugenio Riccomini che sarà presente in Salaborsa il 25 gennaio insieme a Giuliano Berti Arnoaldi Veli. Attraverso il racconto di alcuni dei più rilevanti eventi artistici del secondo Novecento italiano, Riccòmini svela processi, decisioni e riflessioni che hanno portato a quelle grandi imprese. Un racconto che ripercorre mostre, restauri, ricerche, acquisizioni, saggi, cataloghi e che raccoglie le testimonianze e i ricordi di amici e colleghi che hanno accompagnato una vita all’insegna dell’arte.

Dall’arte si passa, mercoledì 26 gennaio, alla letteratura con un appuntamento speciale dedicato a una parte importante della storia della letteratura italiana degli ultimi anni. A raccontarla è Marco Antonio Bazzocchi in Cento anni di letteratura italiana 1910-2010: un volume denso di spunti e osservazioni interessanti ed originali, a partire dal grande spazio che viene offerto nel sottolineare l’importante presenza delle scritture femminili. L’immagine di un Novecento letterario spesso lasciato ai margini, con una particolare attenzione riservata all’ultimo decennio di sperimentazioni.

In occasione della Giornata della Memoria l’appuntamento è in Salaborsa con una doppia presentazione: quella di Cornelia Paselli e il suo Vivere nonostante tutto, seguita da Angelo Baldassarri e Ulderico Parente con Far tutto, il più possibile. Due volume scelti appositamente per riflettere sul tema della memoria insieme ai loro autori e ad alcuni altri ospiti, quali il cardinale Matteo Maria Zuppi e la coordinatrice della Scuola di Pace Elena Monicelli.

A chiudere il mese di gennaio è la presentazione di I meridiani. Romanzi e racconti di Dacia Maraini, in programma il 29 gennaio alla Biblioteca dell’Archiginnasio. Un volume che ripercorre le tappe della sua straordinaria carriera di narratrice, tra romanzi e racconti che l’hanno resa una delle più importanti ed originali interpreti dei mutamenti della società italiana dagli anni Sessanta ad oggi. Il volume, a cura di Paolo Di Paolo, che sarà presente all’incontro, e di Eugenio Murrali dà così vita a un’inedita cronologia della vita dell’autrice.

Info: librerie.coop/le-voci-dei-libri-bologna/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.