Tessere Daune, percorsi sensoriali alla scoperta del territorio

0

Ogni singolo sapore è in grado di narrare una storia e ogni piatto o pietanza di incarnala. Quella che si cela dietro ogni prodotto alimentare è una vera e propria arte, in grado di raccontare un territorio, la sua cultura e i suoi abitanti. Questi sono i principi dai quali nasce Tessere Daune, intrecci di donne e storie rurali, la prima rete pugliese di imprese femminili che ha riunito undici imprenditrici e le loro otto aziende.

Mio Padre è un Albero, Gino’s Oil – Azienda Agricola Paola Marino, Podere Serraglio, Verde è Rubino, Ekostè_cosmetica dalla Terra, Sovita, Mania Creativa e Spazio Ripoli sono le aziende che compongono questa neonata rete. Un progetto che intende valorizzare, attraverso percorsi sensoriali itineranti, le ricchezze del territorio pugliese. Sarà la vista il senso a cui saranno dedicate le prossime MaterClass che si terranno domenica 13 e lunedì 14 febbraio. Due incontri all’insegna agrumeti e degli innamorati di cui San Valentino è protettore che condurranno i partecipanti in un viaggio attraverso il territorio dell’Alto Tavoliere.

Sarà un sentiero costeggiato da agrumeti e sorgenti d’acqua dolce a guidare i partecipanti del Trekking di San Valentino nell’Oasi Agrumaria del Gargano organizzato da Gargano Natour che si terrà domenica 13 febbraio. Al termine del percorso il gruppo giungerà in un antico casino signorile e, in questo giardino, la famiglia Ricucci inviterà i partecipanti a degustare le produzioni della sua storica azienda di famiglia, nata nel 1850. Nel corso della degustazione le realtà agricole che fanno parte di Tessere Daune racconteranno se stesse e i loro prodotti al pubblico: in particolare, protagoniste di questa giornata saranno Ekosté_cosmetica dalla Terra,  azienda che produce cosmetici green, senza parabeni né siliconi, a base di agrumi IGP dell’Oasi Agrumaria del Gargano, e Sovita, che unisce la natura e il benessere con la produzione di estratti di frutta e verdura a km 0, 100% naturali, utilizzando prodotti freschi del territorio, tra cui i limoni IGP del Gargano.

La Cantina Ariano di San Severo sarà invece la protagonista della MaterClass di lunedì 14 febbraio insieme alle coppie di fidanzati, sposi e amici che condivideranno in questo luogo magico la loro passione per il vino, il buon cibo e la scoperta del territorio. Cantina Ariano è una storica azienda agricola dedita alla qualità della produzione e alla sua compatibilità con l’ambiente. Nel corso della serata, che si aprirà alle ore 19, dopo la presentazione del progetto Tessere Daune, avrà luogo il laboratorio creativo a cura di Valentina Bonapitacola, titolare di Mania Creativa. Seguirà infine una conversazione e degustazione sul tema Un Brindisi con San Valentino. Come un prodotto racconta il suo territorio: un percorso multisensoriale condotto dagli enologi di Omar Leonardi e Federica Ariano alla scoperta dei vini, degli ingredienti dei piatti, delle materie prime del territorio e dei luoghi in cui queste nascono. La sommelier AIS Daniela Bubba illustrerà gli abbinamenti proposti dal Menù Tessere Daune mentre Domenico Sergio Antonacci, blogger e guida di Gargano Natour, racconterà la sua esperienza portando i presenti alla scoperta di luoghi dove nascono e resistono sapori autentici e prodotti artigianali.

Info: tesseredaune@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.